Bellaria Igea Marina. Servizio contro l’abusivismo commerciale svolto dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale

Proseguono i servizi straordinari di controlli del territorio svolti dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, che, in ossequio alle direttive del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Ten. Col. Giuseppe Sportelli con l’entrata nel vivo della stagione estiva, grazie anche ai rinforzi inviati dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, stanno interessando tutta la provincia con modalità di intervento diversificate al fine di contrastare in maniera incisiva le varie fenomenologie di reato ed incrementare la percezione di sicurezza tra i cittadini ed i numerosi turisti.

In particolare, alle prime luci dell’alba di martedì 07 agosto, a Bellaria Igea Marina, i Carabinieri della locale Stazione, al Comando del Luogotenente Antonio Amato, unitamente al personale della polizia municipale di quel comune, hanno effettuato un articolato servizio di controllo al fine di contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale che, sebbene in calo rispetto al passato, registra ancora numeri considerevoli che richiedono un’azione di contrasto incisiva e costante.

In particolare, nel corso del servizio i militari hanno tratto in arresto N. I., cittadino senegalese classe 1964, da anni sul territorio nazionale. L’uomo, al fine di sottrarsi al controllo, spintonava violentemente il personale della polizia municipale, dandosi a precipitosa fuga, non esitando anche a buttarsi in mare per guadagnarsi la fuga. Bloccato con non poca difficoltà, l’uomo veniva trovato in possesso di uno zaino contenente nr. 45 paia di occhiali da sole riportanti un noto marchio palesemente contraffatto, motivo per il quale è stato altresì deferito in stato di libertà per il reato di introduzione nello Stato di prodotti con marchi contraffatti. Nella colluttazione un agente della polizia municipale riportava lievi lesioni ad una mano giudicate guaribili con pochi giorni di prognosi.

Condotto in caserma l’uomo è stato dichiarato in arresto e, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Nel corso della mattinata odierna, a seguito di udienza di convalida svoltasi presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato condannato ad anni 1 e mesi 2 di reclusione con pena sospesa, nonché euro 250 di multa.

Nel prosieguo del servizio, articolatosi sul lungomare Pinzon, sono stati fermati e sottoposti a controllo ulteriori 21 cittadini stranieri, tutti regolarmente presenti sul territorio nazionale, in procinto di intraprendere attività commerciale abusiva lungo il litorale. Gli stessi sono stati sanzionati amministrativamente per l’ipotesi di commercio abusivo su aree pubbliche prevista dall’art. 28 del D. L.vo 114/98, con il conseguente sequestro amministrativo di nr. 930 oggetti di bigiotteria, nr. 22 piccoli oggetti di elettronica, nr. 52 oggetti di pelletteria, nr. 110 paia di occhiali da sole e nr. 150 capi di abbigliamento di vario genere.

I Carabinieri, con il prosieguo della stagione estiva, continueranno a prestare la massima attenzione al territorio, incrementando al massimo la proiezione esterna, organizzando periodicamente analoghi servizi preventivi e repressivi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.