Carabinieri di Gambettola arrestano un 38enne italiano per aver dato un pugno ad un carabiniere

NELLA TARDA SERATA DEL 04 SETTEMBRE U.S., MILITARI DEL DIPENDENTE N.O.RM. – ALIQUOTA RADIOMOBILE DI QUESTA COMPAGNIA, COAUDIUVATI DA PERSONALE DELLA STAZIONE CC DI GAMBETTOLA, HANNO TRATTO IN ARRESTO UN TRENTOTTENNE CITTADINO ITALIANO, RESIDENTE A GATTEO (FC), CONIUGATO, CENSITO PENALMENTE, POICHE’ RITENUTO RESPONSABILE DELLA VIOLAZIONE DI CUI AGLI ARTT. 336, 337, 582 E 612 C. 2 DEL C.P., AL TITOLO “VIOLENZA O MINACCIA AD UN PUBBLICO UFFICIALE”, “RESISTENZA AD UN PUBBLICO UFFICIALE”, “LESIONI E MINACCIA AGGRAVATA”, NONCHE’ PER LA VIOLAZIONE DI CUI ALL’ART. 4 DELLA LEGGE 110/1975. NELLO SPECIFICO, IL PREFATO, BRANDENDO UN MANGANELLO ARTIGIANALE, DOPO ESSERSI PRESENTATO NEI PRESSI DELL’ABITAZIONE CONIUGALE, ATTUALMENTE OCCUPATA DALLA SOLA MOGLIE CON LA QUALE E’ IN CORSO L’ITER PER LA SEPARAZIONE, E DOPO AVER INGAGGIATO UNA COLLUTTAZIONE CON I PARENTI DELLA STESSA, NEL FRATTEMPO GIUNTI SUL POSTO AL FINE DI ASSISTERE LA CONGIUNTA, OPPONEVA ATTIVA RESISTENZA AI MILITARI OPERANTI, INTERVENUTI AL FINE DI PLACARE LA LITE IN ATTO. LO STESSO, NEL TENTATIVO DI LIBERARSI DALLA PRESA DEGLI OPERANTI E SCAGLIARSI CONTRO I FAMILIARI DELLA MOGLIE, COLPIVA CON UN PUGNO ALLO ZIGOMO SINISTRO UNO DEI MILITARI, IL QUALE RIPORTAVA LESIONI GIUDICATE GUARIBILI IN GG. 7 (SETTE) PER UN TRAUMA CONTUSIVO FACCIALE. VISTA LA SITUAZIONE, GLI OPERANTI, PER NEUTRALIZZARE LA RESISTENZA E VIOLENZA POSTA IN ESSERE DALL’UOMO, RICORREVANO ALL’UTILIZZO DELLO SPRAY “OLEORESINA CAPSICUM” IN DOTAZIONE, RIUSCENDO COSI’ A NEUTRALIZZARLO E BLOCCARLO. ALLA LUCE DELLA CONDOTTA TENUTA, QUINDI, L’UOMO VENIVA TRATTO IN ARRESTO, DELLA CUI ESECUZIONE NE VENIVA DATA TEMPESTIVA COMUNICAZIONE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI FORLI’, NELLA PERSONA DEL P.M. IN TURNO – DOTT.SSA FEDERICA MESSINA -, LA QUALE, RESA EDOTTA DI QUANTO ACCADUTO, DISPONEVA LA PRESENTAZIONE DELL’ARRESTATO PER IL RITO DIRETTISSIMO NELLA GIORNATA DEL 05 SETTEMBRE U.S., AL TERMINE DEL QUALE IL GIUDICE DEL TRIBUNALE DI FORLI’ – DOTT.SSA NUNZIA CASTELLANO -, CONVALIDATO L’ARRESTO OPERATO DA QUESTA P.G., CONDANNAVA IL PREFATO ALLA PENA DI ANNI 1 DI RECLUSIONE E, CONTESTUALMENTE, LO SOTTOPONEVA ALLA MISURA CAUTELARE DELL’OBBLIGO DI PRESENTAZIONE GIORNALIERO ALLA P.G., IN ATTESA DEL PASSAGGIO IN GIUDICATO DELLA CONDANNA.

                                                                                                                                                             

IL COMANDANTE

     (Cap. Flavio Annunziata)