I primi stabilimenti balneari a Cesenatico

Le prime strutture turistichedi Cesenatico risalgono al 1865, quando vennero costruiti alcuni capanni sulla spiaggia per opera di un privato che ottenne il permesso e un prestito dal Comune.
Ma il primo Stabilimento Balneare di Cesenatico venne costruito da Giuseppe Bravetti, su richiesta dello stesso Comune, e inaugurato nel 1878. Si trattava di un complesso di ben articolato di palafitte in legno, con un’ampia terrazza sull’aqua, camerini, padiglioni con cupole di forme orientaleggianti, dotato di bar e ristorante.
Nel 1891 lo stabilimento venne ricostruito in muratura dal Comune cittadino, su progetto dell’ingegnere Luigi Bertozzi e dotato di passerella collegata agli spogliatoi.
Per far fronte ad un’affluenza turistica sempre maggiore, venne sistemata la strada che costegia il canale e costruito il ponte in legno sulla vena
Mazzarini., che sarà sostituito con una struttura in cemento nel 1903.

Già nel 1893 emerse l’esigenza di agevolare il traffico dei turisti e l’ingegnere Amaducci propose un progetto per una via di collegamento dal centro storico alla spiaggia. Ma la realizzazione rimase in sospeso per diverso tempo, finchè il primo intervento urbanistico avvenne nel 1896 sotto la direzione dell’ingegnere Amilcare Zavatti con la realizzazione del Viale Anita Garibaldi.

Allo sviluppo e ridefinizione dei tracciati viari corrisponde il diffondersi delle residenze di vacanza: i caratteristici villini Liberty di Cesenatico.

Geometrie Fluide