La tavola rotonda di questa sera al Palacongressi di Bellaria Igea Marina: “DALLA FAMIGLIA AL CORTILE: LO SPORT FRA GIOCO E RELAZIONE”

Interverranno tra gli altri, il direttore del quotidiano Avvenire, Marco Tarquinio, l’ex calciatore della Nazionale Eraldo Pecci ed il vescovo emerito di Fidenza, Carlo Mazza.
Sul Corriere del Mezzogiorno del 20 dicembre 2017 comparve questo titolo: Napoli, mamma picchia arbitro donna: «Mio figlio non doveva perdere».
È partendo da vicende come queste, ormai frequenti casi di cronaca, che domani, martedì 4 settembre, la tavola rotonda organizzata dall’Anspi (Associazione nazionale san Paolo Italia) nell’ambito della 38ª Festa d’estate tenterà di dare una risposta al complesso rapporto, a volte malsano, che s’instaura fra le famiglie e le società sportive dove militano i propri figli. Nel corso della serata, che si terrà al Palacongressi di Bellaria Igea Marina a partire dalle 21.15, si alterneranno il direttore del quotidiano Avvenire, Marco Tarquinio, l’ex calciatore della Nazionale Eraldo Pecci, il vescovo emerito di Fidenza, Carlo Mazza, che fu cappellano delle squadre olimpiche da Seul 1988 ad Atene 2004, e il responsabile dell’ufficio nazionale di Pastorale sport e tempo libero della Conferenza episcopale italiana, don Gionatan De Marco.
Dalla famiglia al cortile: lo sport fra gioco e relazione metterà a fuoco gli aspetti educativi dell’attività fisica, il problema del doping e dell’agonismo esasperato, nonché lo sport come veicolo d’integrazione per gli immigrati. A condurre la serata in forma di talk show sarà Stefano Di Battista, direttore della comunicazione Anspi. Fra gli ospiti sono attesi il vescovo di Ancona Osimo, Angelo Spina, e il vicario generale della diocesi di Rimini, don Maurizio Fabbri.