San Mauro Pascoli. Concorso per funzionario, la vincitrice Serena Zavalloni segretaria del sindaco e tessera storica del PD. Ipotetico conflitto di interessi.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:
Concorso per funzionario con incarichi dirigenziali per lo “Sviluppo di progetti speciali culturali del territorio e la loro comunicazione”.
Un ruolo strategico per la promozione turistica del paese, della sua territorialità, di Villa Torlonia e in futuro della Domus Pascoli.
Quello che stupisce è l’inquadramento (categoria D1 22.000 euro lordi all’anno + “indennità ad personam”, non si sa l’importo, per 13 mensilità) oltre che i requisiti di ammissione al concorso pubblico.
Per i requisiti minimi di accesso viene richiesto la laurea in giurispridenza o in scienze politiche (e loro equipollenti) e l’iscrizione all’albo dei giornalisti.
In questo modo si escludono una serie di competenze intriseche di chi si è laureato in Letteratura, Storia dell’arte, storia, architettura, economia, accademia di belle arti(solo per citarne alcune) che hanno competenze uguali se non maggiori di quelle elencate nel bando per il ruolo preposto.
Ma perchè mai l’iscrizione all’albo dei giornalisti?
Forse per la gestione dell’ufficio stampa del Sindaco? Ma perchè mai un paese di neanche 12 mila abitanti deve avere un ufficio stampa?
Non si cercano le vere professionalità, non vi è alcuna traccia su esperienze dei candidati in ambito nazionale e internazionale, ma solo territoriale.
Solo 2 i candidati ammessi alle prove finali.
La vincitrice è Serena Zavalloni, già segretaria del Sindaco e tessera storica del PD  oltre che consigliere comunale di Gambettola di una lista Civica di Sinistra.
Non si capisce su quali basi il Sindaco ha valutato positivamente la candidatura della Zavalloni rispetto a Flavio Melandri (il secondo candidato) Con un curriculum degno di nota:
Laurea e master in scienze politiche, decine di pubblicazioni di carattere intergenerazionali e interculturali, infanzia e adolescenza; conosce due lingue inglese e spagnolo, fondatore dell’associazione fantariciclando conosciuta ed apprezzata a livello regionale e nazionale e per finire fondatore del metamuseo girovago dell’Emilia Romagna.
Ci auguriamo che la Zavalloni abbia le competenze giuste, staremo a vedere, per tale ruolo dirigenziale e chepossa portare gli introiti dovuti agli eventi di Villa Torlonia dagli attuali 16.000 euro annui a qualcosa di molto più sostanzioso oltre che cercare di instaurare quella sinergia tra la Villa e le varie realtà del paese.
Purtroppo non è finita qui. In questi giorni è uscito un nuovo concorso pubblico sempre per funzionario con il ruolo di “Istruttore direttivo della comunicazione e del Marketing” ma questa volta a tempo indeterminato.
Una qualifica complementare e molto simile a quella precedente ma con qualche particolarità in più tra cui:
– elaborare i progetti e i piani di comunicazione del Comune
– Social management
– Gestire la Customer satisfaction
– sviluppo culturale del territorio
– coordinamento della biblioteca
e se rimane tempo curare il marketing territoriale.
In pratica è un profilo molto simile a quello del precedente bando ma a tempo indeterminato in cui le principali attività sono scrivere su Facebook e Twitter le maestrie del Sindaco e della Giunta, coordinare qualche progetto culturale e la biblioteca e se rimane tempo curerà il marketing del territorio di San Mauro Pascoli.
Si poteva comunque fare molto di più; come costituire un ufficio preposto per la valorizzazione del territorio a livello di Unione dei Comuni con un team di lavoro funzionale e sopratutto esistente. Ma sopratutto estendere le competenze puntando su una rosa di lauree opportune per il compito rivestito, rivolgendo l’attenzione ai candidati che hanno avuto esperienze nel settore in ambito nazionale ed internazionale e non solo territoriale.
Luca Lucarelli e Simone Pascuzzi del Movimento Nazionale per la Sovranità