Alcol come cura, 700 morti in Iran

(ANSA) – ISTANBUL, 27 APR – Oltre 700 persone sono morte in Iran nel primo mese del nuovo anno persiano (dal 20 marzo al 19 aprile) per aver ingerito alcol adulterato con la convinzione che aiutasse a proteggere dal coronavirus. Lo ha riferito il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Kianoush Jahanpour. I casi di avvelenamento registrati sono oltre tremila in diverse province della Repubblica islamica, dove la vendita di alcol è vietata ma non mancano le denunce di episodi di contrabbando.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte