Arezzo, arrestato il padre dei bambini morti nell’incidente in A1

E’ stato arrestato questa mattina dalla polizia stradale il trentenne sinti che era al volante dell’auto che ha tamponato un tir ieri in A1 tra i caselli di Arezzo e Monte San Savino in direzione sud. Nell’incidente sono morti una bambina di 10 mesi e un bambino di 12 anni e i loro nonni di 50 e 52 anni. Questi ultimi erano i genitori del conducente della Volkswagen Sharan sulla quale viaggiavano in otto (malgrado siano sette i posti omologati). La famiglia proveniva dalla Romania ed è possibile che l’origine del terribile scontro che ha coinvolto anche una seconda vettura sulla quale viaggiavano cinque persone e tre sono rimaste ferite (nessuna grave) ci fosse un colpo di sonno o una distrazione (il cellulare del guidatore non è stato recuperato e la polizia sta esaminando i rottami delle auto che erano dispersi nell’arco di duecento metri). E’ accertato che quell’auto era entrata in Italia dalla Slovenia la mattina presto e che era diretta a Napoli.
Auto tampona un tir e finisce contro un’altra vettura in A1: 4 morti, due sono bambini

L’arresto per l’uomo è scattato in base alla legge dell’omicidio stradale anche se il conducente è risultato negativo all’alcol test o all’assunzione di droghe. Nel provvedimento ha pesato il fatto che il guidatore non avesse un luogo di residenza e fosse senza dimora. L’uomo sarà interrogato dal pm Roberto Rossi che ieri è andato sul luogo dell’incidente. Lunedì ci sarà ad Arezzo l’udienza per la convalida o meno del provvedimento.


Incidente sull’A1, la lunga coda di veicoli nelle immagini dall’altoin riproduzione….


Fonte originale: Leggi ora la fonte