Arrestato il Procuratore di Taranto Capristo: pressioni per indirizzare indagini

Il procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo è agli arresti domiciliari su ordine della procura di Potenza. L’inchiesta nasce da un fascicolo della procura di Trani, aperto quando Capristo già si era trasferito a Taranto. E sulla quale, secondo la ricostruzione, avrebbe comunque provato a fare pressioni per indirizzarne l’esito.

Il Procuratore cercò di indurre il pm di Trani, Silvia Curione, a perseguire ingiustamente una persona per usura facendo temere al magistrato ritorsioni sul marito, il pm Lanfranco Marazia, suo sostituto alla Procura di Taranto. Curione denunciò: “Capristo mi chiamava ‘bambina mia”’. Anche il Procuratore di Trani, Antonino Di Maio, è indagato per abuso d’ufficio e favoreggiamento.



Fonte originale: Leggi ora la fonte