Atletica:Giomi “Golden Gala e azzurri,momento straordinario”

(ANSA) – ROMA, 09 SET – “Un’edizione straordinaria, in un momento straordinario dell’atletica italiana”. Con queste parole il presidente della Fidal Alfio Giomi ha presentato il Golden Gala Pietro Mennea di giovedì 17 settembre, a 60 anni dalle Olimpiadi di Roma 1960.
    Crippa, certamente, e il suo record di ieri nei 5000 metri a Ostrava, è l’immagine più nitida dell’atletica azzurra che si prepara a misurarsi a viso aperto con il resto del mondo all’Olimpico. “Non è un momento normale per il nostro movimento – sottolinea Giomi – ieri pomeriggio ho ricevuto una serie infinita di messaggi che mi parlavano del risultato di Fabbri, poi lo straordinario record di Crippa, poi il 5,82 di Stecchi.
    Così ci presentiamo a questo Golden Gala. Ma è importante ripercorrere il cammino che abbiamo fatto: ricordate cos’era l’Italia l’8 aprile? Ecco, noi abbiamo presentato in quella data il primo disciplinare per la riapertura dei campi e la ripresa delle attività. Quello è il punto di riferimento che ci ha consentito di organizzare gli Assoluti, un circuito di meeting, i campionati giovanili in piena sicurezza e ora il Golden Gala”.
    Con la speranza che l’appuntamento dell’Olimpico, tappa italiana della Wanda Diamond League con un cast stellare nonostante il 2020 segnato dal Covid, sia almeno parzialmente porte aperte: “Abbiamo presentato un piano dettagliatissimo per la presenza di poco meno di 5000 spettatori – spiega Giomi – e attendiamo risposta da chi di dovere: da parte nostra c’è la consapevolezza di avere lavorato al meglio per riaprire al pubblico e siamo fiduciosi”.
    Giomi ha poi ringraziato Sport e Salute e CONI per il fondamentale sostegno, sia per il Golden Gala che per la candidatura di Roma agli Europei 2024: “Il 17 settembre saranno con noi il presidente di World Athletics Sebastian Coe e il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora – conclude – E all’atleta che otterrà il miglior risultato tecnico verrà assegnato il Memorial Primo Nebiolo. La sua genialità ha fatto sì che si incontrasse qui tutta l’atletica mondiale”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte