Bellaria Igea Marina. Detenzione ai fini di spaccio di cocaina, un arresto da parte dei Carabinieri

Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio ed al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri.

Nel corso della tarda serata di ieri giovedì 17 maggio i Carabinieri della Stazione di Bellaria Igea Marina, guidati dal Luogotenente Antonio Amato, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, J. I., 21/enne di origini albanesi, già noto alle forze dell’ordine.

In particolare i militari, impiegati nell’ambito del quotidiano servizio di controllo del territorio, transitando dinanzi ad un bar, notavano il giovane che, insieme a due connazionali, alla vista dell’auto militare smettevano di parlare ed iniziavano a fissarli come per seguirne i movimento. I Carabinieri, pertanto, decidevano di controllare i tre giovani e di sottoporli a controllo di polizia. Da subito i tre sono apparsi particolarmente agitati ed insofferenti verso i militari, fornendo a malavoglia i documenti. Insospettiti da tale insofferenza, i militari, d’intesa con l’A.G., hanno dato corso a perquisizione personale conclusasi con esito positivo: in una tasca interna della maglietta indossata dall’arrestato, i militari rinvenivano nr. 5 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, dal peso complessivo di circa 3 grammi, nonché la somma di 245 euro ritenuta provento della pregressa attività di spaccio. La sostanza veniva sottoposta a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso.

Il giovane, espletate le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata odierna, a seguito di udienza di convalida svoltasi presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato ed al termine del relativo processo lo straniero è stato condannato alla pena di mesi 8 di reclusione, con in beneficio della sospensione condizionale della pena.

I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente analoghi servizi preventivi e repressivi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

 

 

 

Compagnia dei Carabinieri di Rimini