BELLARIA IGEA MARINA. IN MANETTE I RAPINATORI DEL NEGOZIO DI BIGIOTTERIA

Avevano minacciato con due coltelli un commerciante del Bangladesh nel suo negozio e gli avevano portato via 1300 euro, denaro in parte custodito in cassa, in parte nel portafoglio. Inoltre si erano impossessati di alcuni anelli d’argento del valore complessivo di 200 euro. Quando il negoziante aveva provato a reagire, uno de tre malviventi, napoletano 16enne ospite di una comunità della zona, lo aveva preso a pugni. E’ accaduto lo scorso 5 luglio a Bellaria, in un negozio di bigiotteria. I complici, anch’essi napoletani, venditori di cocco di 47 e 36 anni.

Il ragazzo era però tornato nel negozio per prendere in giro il titolare, sputando contro la sua vetrina e questo ha aiutato i Carabinieri, intervenuti sul posto, ad investigare e ad assicurare alla giustizia i tre malviventi finiti così in manette. Infatti, con la scusa di chiedere l’intervento di un familiare, essendo il fermato un minorenne, i Militari hanno atteso l’arrivo in Stazione di uno dei due venditori, il fratello del 16enne che viveva con loro. Mancava il terzo, ma messi alle strette i due fermati, riconosciuti dalla vittima della rapina, hanno confessato il nome del complice.

 

 

Carmela Vigliaroli