Bellaria Igea Marina. Pit bull trasferito in canile in seguito all’ordinanza del sindaco, aveva aggredito delle persone

L’ordinanza emessa dal Comune di Bellaria Igea Marina riguardante un pit bull di circa 3 anni che, l’estate scorsa, aveva attaccato delle persone afferma che la  permanenza del cane a casa “in condizioni inadeguate può costituire un serio pregiudizio per la sicurezza pubblica”.

Inizialmente i veterinari dell’Ausl avevano vietato al proprietario di far avvicinare il cane a chiunque, compresi i familiari. Inoltre, non avrebbe dovuto rimanere incustodito e, in giro, avrebbe dovuto indossare museruola e guinzaglio corto. Sarebbe inoltre stata necessaria una assicurazione.

In seguito ad un’ulteriore controllo però, si è appurato che il proprietario non aveva rispettato quanto indicatogli dall’Ausl. E’ stata così firmata un’ordinanza che obbliga il proprietario a portare l’animale nel canile di Vallecchio. Il ricovero del cane è a tempo indeterminato e tutti gli oneri saranno a carico del proprietario.

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com