Bellaria Igea Marina. Porto Turistico: “Contenzioso chiuso positivamente, la città torna padrona del suo destino”

“ In questi anni abbiamo manifestato in più occasioni, anche con atti concreti, la volontà di consegnare alla Città di Bellaria Igea Marina un porto turistico: un obiettivo che si è spesso scontrato con l’alone di incertezza nato dai contenziosi con l’ex concessionario dell’area. Contenziosi che hanno reso prudenti, giustamente, gli imprenditori che hanno manifestato interesse per l’opera: oggi invece la vicenda si è chiusa positivamente per il Comune e la creazione del porto turistico di Bellaria Igea Marina dipende solo dalla forza progettuale di chi vorrà realizzarlo. Sulla questione, si è letto a mezzo stampa di un porto turistico che non si farà mai, di colate di cemento e di un contenzioso che avrebbe visto soccombere il Comune. Informazioni apertamente contrarie alla realtà dei fatti: gli accordi prevedono infatti che l’ente diventi titolare della “Colonia Benelli” e di tutta l’area su cui essa insiste, e che il privato si faccia carico di opere pubbliche per 1,4 milioni di euro a beneficio della collettività, oltre che delle ingenti spese processuali legate alla vicenda. Senza dimenticare l’aspetto più importante, ossia che l’area individuata per il porto turistico è ora libera da vincoli e condizionamenti.”
Questo l’annuncio del Sindaco Enzo Ceccarelli, ieri sera a margine dell’incontro pubblico organizzato al Palacongressi. Sul tavolo, c’erano le opere pubbliche firmate dall’Amministrazione da inizio mandato, ossia metà 2014, fino ad oggi, oltre che un’illustrazione dei canali social attivati dal Comune – Facebook, Instagram, Youtube – e del sistema cittadino di videosorveglianza. Proprio quest’ultimo è stato protagonista dell’inizio serata, anche grazie alla proiezione di immagini e filmati, ed è stato descritto dal primo cittadino come “uno strumento fondamentale, frutto di un progetto nato in passato che la nostra Amministrazione ha deciso di sviluppare e migliorare ulteriormente, estendendolo a tutte le zone del territorio. Si tratta di un sistema strategico sia per l’individuazione dei responsabili, ad esempio di atti vandalici, sia per il suo ruolo di deterrente: non a caso, in questi anni la rete di videosorveglianza e la centrale di comando sono valse l’apprezzamento di tanti addetti ai lavori e sono state presentate anche al Prefetto.”
Come detto, la serata è stata soprattutto l’occasione per ‘fare il punto’ in tema di lavori pubblici. A tal fine, l’Amministrazione ha accolto i cittadini, presenti in buon numero, consegnando loro una mappa di Bellaria Igea Marina contenente le opere – avviate, completate o già progettate – che hanno caratterizzato la città negli ultimi tre anni. “ Un insieme di interventi che l’Amministrazione, giunta al ‘giro di boa’ del suo secondo mandato, ha inteso mettere nero su bianco e condividere con la cittadinanza: una forma di rendicontazione del nostro lavoro”, ha spiegato il Sindaco, “ in cui crediamo fortemente, in continuità con l’opera di comunicazione già condotta tra il 2012 e il 2014.”
Con questo obiettivo, sono stati inseriti sul documento – cui saranno rivolte anche altre attività di comunicazione e del quale sono ancora disponibili alcune copie cartacee presso la Segreteria del Sindaco – le opere di manutenzione delle strutture pubbliche, le nuove acquisizioni patrimoniali, gli interventi improntati al risparmio energetico, quelli che hanno coinvolto i poli sportivo-ricreativi, i fondamentali adeguamenti delle reti fognarie, le opere di riqualificazione urbana e di miglioramento della viabilità, nonché gli interventi che interessano lungofiume e porto canale. Proprio in tema di porto canale, area tuttora oggetto di un maxi intervento di riqualificazione da oltre tre milioni di euro, il Sindaco ha reso noto il confronto in atto tra Comune e Regione Emilia Romagna,  cui va un ringraziamento per la sensibilità sempre dimostrata nei confronti del nostro territorio, ed alla quale abbiamo chiesto ulteriori interventi per migliorare le condizioni di sicurezza dei nostri marinai al momento del rientro in porto, soprattutto in caso di burrasca .”
Carmela Vigliaroli
cvigliaroli@giornaledelrubicone.com