BELLARIA IGEA MARINA. RIQUALIFICAZIONE DEL PORTO LATO BELLARIA E NUOVO ASSE PEDONALE ALLA CAGNONA: ECCO I PROGETTI

Si è svolto ieri sera l’incontro con la cittadinanza organizzato dall’Amministrazione Comunale al Palacongressi: sul tavolo alcune importanti opere pubbliche in programma nel prossimo futuro, in particolare la riqualificazione del porto canale ed il nuovo asse pedonale in prolungamento del lungomare Colombo, in zona Cagnona.
Al tavolo dei relatori, oltre alle collaboratrici tecniche, il Sindaco Enzo Ceccarelli, gli Assessori Gianni Giovanardi e Michele Neri, il dirigente comunale Michele Bonito e l’Arch. Stefania Tognoloni, il cui studio ha redatto il progetto di riqualificazione del porto a mare della ferrovia, sia sul lato Igea Marina che sul lato Bellaria.
Proprio il porto canale è stato oggetto di un’introduzione, in cui l’Ing. Bonito ha offerto il quadro organico di tutti gli interventi che hanno interessato la zona in questi anni. Dalla passeggiata sulla sponda Igea Marina che conduce al nuovo museo presso l’ex Macello al Mercato Ittico, dal ponte mobile all’ampio restyling completato nella Borgata Vecchia, dall’intervento lungo tutta via Uso al nuovo raccordo all’incrocio con via Ravenna ultimato proprio in questi giorni. Una serie di opere con cui l’Amministrazione sta concretizzando la ‘mission’ ricordata dal Sindaco Ceccarelli: “Rendere il porto il vero centro di una Bellaria Igea Marina finalmente unita, cuore pulsante della città e cerniera rispetto a due lungomari, quello di Bellaria e quello di Igea Marina, realmente moderni, altamente fruibili e ricchi di attrattiva in chiave turistica.”
Interventi cui si aggiungerà presto la nuova bretella tra via dei Saraceni e via Ravenna, un’opera strategica che migliorerà il raggiungimento del porto canale e di via Ferrarin, decongestionando alcuni nodi critici in fatto di viabilità, come l’incrocio tra la ‘vecchia statale’ e la stessa via Ferrarin. I lavori sono già iniziati, così come è stato avviato l’iter per la realizzazione di nuove banchine a monte della linea ferroviaria, funzionali all’ormeggio delle barche da diporto e per la piccola pesca.
A tutto questo si aggiunge, ovviamente, la riqualificazione del porto a mare della ferrovia, con il progetto del lato Bellaria come uno dei piatti forti della serata di ieri. Come ha avuto modo di ricordare il Primo cittadino, Un  progetto peculiare ma armonico rispetto all’intera zona del porto”, a partire dall’analoga riqualificazione in programma sulla sponda opposta: presentato proprio un anno fa, l’intervento sul lato Igea Marina ha visto completato il proprio iter ‘burocratico’ e vedrà l’inizio dei lavori subito dopo la stagione estiva; l’aggiudicazione è avvenuta in questi giorni e segnaliamo con piacere che l’opera sarà realizzata da aziende del territorio, ha sottolineato il Sindaco.
Il progetto riguardante il lato Bellaria è stato illustrato dall’Arch. Tognoloni, che ne ha evidenziato i punti cardine, a partire proprio dalla coerenza rispetto al progetto che, ‘a specchio’, darà un nuovo volto alla sponda opposta. Anche a Bellaria quindi, i lavori porteranno un adeguamento delle altezze delle banchine e un consolidamento delle sponde sotto il profilo idrico. Lungo via Rubicone si alterneranno spazi di aggregazione e piazze (ottenuti anche grazie alla rimodulazione delle strutture oggi presenti sul lato porto della strada), con una camminata lungo la banchina e un percorso pedonale più interno che condurrà in sicurezza in direzione ‘mare’. Anche qui, come sul lato opposto, sorgeranno una serie di terrazze a servizio delle attività commerciali e di ristorazione, mentre sarà conservato il doppio senso di marcia, una sorta di ‘scelta ‘obbligata’ per consentire la fruizione di tutta la zona turistica di Bellaria; l’investimento previsto per la riqualificazione della sponda Bellaria si assesta al momento sul 1,5 milioni di euro.
L’asse pedonale in prolungamento del lungomare Colombo è stato invece presentato dall’Arch. Adele Mancini, dell’Ufficio urbanistica comunale. Un’opera coerente rispetto al progetto preliminare svelato alla cittadinanza nel 2015, che consegnerà anche alla zona Nord della città un lungomare in prosecuzione a quel viale Colombo che oggi si interrompe in piazzale Kennedy. La nuova strada avrà natura pedonale e ciclabile, ma non di meno consentirà il passaggio ai mezzi di soccorso, alleviando un problema di accesso alle vie ‘a pettine’ in zona Cagnona ben noto a Bellaria Igea Marina. L’opera si estenderà per una lunghezza di circa un chilometro e mezzo ed avrà un costo complessivo di circa 3,5 milioni di euro.
Così il Sindaco: “ Si tratta di una grande opera pubblica legata a doppio filo all’attuazione del piano dell’arenile, ricordando che lo stesso documento stabilisce alcuni punti fermi entro i quali gli operatori potranno agire in piena autonomia estetica e stilistica, con premialità volumetriche previste per chi sceglierà la strada degli accorpamenti. Le stesse modalità di realizzazione dell’opera ed i tempi della stessa sono legati alla pubblicazione delle evidenze pubbliche che riguarderanno le concessioni.”
Carmela Vigliaroli
cvigliaroli@giornaledelrubicone.com