“Black lives matter”: l’enorme scritta sulla strada

A Washington, sull’asfalto della 16esima strada che porta dritti alla Casa Bianca, i dipendenti comunali hanno scritto a caratteri cubitali, con una vernice gialla, “Black Lives Matter”. Il tutto con l’approvazione del sindaco e a pochi passi dai cancelli della residenza di Trump. In questo modo l’amministrazione locale si è unita alle proteste pacifiche per la morte di George Floyd avvenuta lo scorso 25 maggio. L’uomo è deceduto dopo essere stato arrestato dalla polizia. In un video amatoriale girato in quell’occasione, si vede uno degli agenti che immobilizza Floyd puntandogli un ginocchio sul collo. Floyd gli dice che non riesce a respirare ma sarà costretto a rimanere in quella posizione per almeno otto minuti.

Video: Twitter/Muriel Bowser



Fonte originale: Leggi ora la fonte