Brexit: Bruxelles propone ‘Riserva di adeguamento’ da 5 miliardi

La Commissione europea ha presentato la sua proposta per una Riserva di adeguamento per la Brexit, concordata dal Consiglio europeo di luglio, per contrastare le conseguenze economiche e sociali negative negli Stati membri e nei settori più colpiti al termine del periodo di transizione il 31 dicembre 2020.

Avrà un budget complessivo di 5 miliardi di euro e sosterrà le imprese e l’occupazione dei settori colpiti. Aiuterà le regioni e le comunità locali, comprese quelle dipendenti dalle attività di pesca nelle acque del Regno Unito. Potrà inoltre assistere le pubbliche amministrazioni nel corretto funzionamento dei controlli di frontiera, doganali, sanitari e fitosanitari e garantire servizi essenziali a cittadini e imprese.

“La fine del periodo di transizione, il 31 dicembre 2020, avrà un importante impatto economico e sociale sulle regioni e le comunità locali più legate all’economia e al commercio del Regno Unito. Proponendo la Brexit Adjustment Reserve, la Commissione rimette solidarietà e coesione come elementi chiave della sua risposta, assicurandosi che le persone più colpite ricevano il sostegno necessario”, ha affermato la commissaria per la coesione e le riforme Elisa Ferreira.

“Abbiamo progettato questa riserva per fornire un aiuto rapido e semplice, concentrandoci sugli Stati membri dell’Ue più colpiti dalla Brexit. Conto ora sul Consiglio e sul Parlamento europeo per trasformare senza indugio la nostra proposta in un sostegno finanziario concreto”, ha aggiunto il commissario per il Bilancio Johannes Hahn.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte