CESENA. ASSESSORA FRANCESCA LUCCHI NUOVO COMPONENTE DEL CDA DI LEPIDA SCPA

L’Assessora alla Sostenibilità ambientale, alla Ricerca e all’Università del Comune di Cesena Francesca
Lucchi entra a far parte del Consiglio di Amministrazione di Lepida ScpA, società in house della
Regione Emilia-Romagna con sede legale a Bologna che si occupa della realizzazione delle
infrastrutture di telecomunicazione e dei servizi telematici nel territorio regionale, composto dal
Presidente Alfredo Peri e dal Consigliere Antonio Santoro. La nomina di Lucchi arriva a seguito della
rinuncia presentata dalla consigliera Valeria Montanari, ex Assessora a Città collaborativa, Lavori
pubblici, Cura dei quartieri e Trasformazione digitale del Comune di Reggio Emilia.
“Sono orgogliosa – commenta l’Assessora Lucchi – di entrare a far parte di una realtà pubblica
regionale che sin da subito ha dimostrato di saper cogliere le necessità e i bisogni dei Comuni e del
territorio, a partire dalle imprese e dalla scuola. Lepida ScpA è nata per connettere gli enti locali tra loro,
era questa la iniziale strategia politica e istituzionale che oggi, con una Rete sempre più complessa e
fondamentale, rappresenta una delle priorità delle Amministrazioni locali e della Regione. Saranno anni
impegnativi in cui i processi di sviluppo territoriali otterranno la massima attenzione. L’esperienza del
lockdown ci ha fatto capire ancora di più quanto è importante restare connessi: il Comune di Cesena da
anni investe nella pratica dello Smart working e proprio in questi mesi siamo al lavoro con la Regione
Emilia-Romagna per garantire una ripresa in sicurezza delle lezioni a settembre potenziando la
connessione anche nei territori meno centrali”.
LepidaScpA, società in house della Regione Emilia-Romagna, è lo strumento operativo per la
pianificazione, l’ideazione, la progettazione, lo sviluppo, l’integrazione, il dispiegamento, la
configurazione, l’esercizio, la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazione e dei servizi
telematici sul territorio regionale con una linea di alta specializzazione nei settori della sanità,
dell’assistenza sociale, dei servizi degli enti locali alla persona e del socio-sanitario.