CESENATICO. Approvata la riduzione del 25% della TARI per le utenze non domestiche

 

Il Consiglio Comunale riunito martedì 29 settembre ha approvato la delibera per la riduzione del 25% della TARI (tassa sui rifiuti) per le utenze extra domestiche: 10 voti favorevoli, 2 voti contrari e 2 astenuti. L’Amministrazione Comunale tende così la mano verso le attività che hanno sofferto durante il lockdown. La riduzione è il frutto del lungo lavoro di dialogo instaurato con ATERSIR (Agenzia Territoriale dell’Emilia Romagna per i servizi idrici e i rifiuti) e tenendo conto dei 13 milioni di euro che la Regione Emilia Romagna ha stanziato per alleggerire il peso dell’imposta sui comuni.

Per raggiungere l’obiettivo l’amministrazione ha previsto l’inserimento di 400.000 euro nel Piano Economico Finanziario a favore delle circa 3.000 utenze extra domestiche di Cesenatico. Nei mesi scorsi l’Amministrazione aveva ridefinito le scadenze prorogandole al 30 settembre 2020 e al 31 dicembre 2020, ridistribuendo la cifra da pagare in due rate anziché tre per tutte le utenze extra domestiche.

Le parole del Sindaco Gozzoli

“Dopo che nei mesi scorsi abbiamo ridefinito le scadenze per venire incontro alle esigenze del territorio, ora abbiamo approvato un piano economico con una riduzione importante andrà in aiuto a tutte le imprese che hanno faticato a causa del lockdown: il tempo in cui abbiamo lasciato respirare i vari titolari di utenze extra domestiche ci è servito per ottenere questo -25%. L’emergenza non è finita, ma credo che le cose stiano gradualmente migliorando e l’Amministrazione Comunale ha cercato di fare tutto il possibile: Cesenatico XL, annullamento pressoché totale della Cosap, riduzione dei canoni di locazione  e concessione, e adesso riduzione della Tari”, le parole del Sindaco Matteo Gozzoli.