CESENATICO. Carabinieri: controlli del fine settimana. Violazioni delle norme anti-Covid, sequestro patenti, furto e soggiorno illegale sul territorio

 

NEL FINE SETTIMANA APPENA TRASCORSO, QUESTO COMANDO COMPAGNIA HA DISPOSTO E
SVOLTO, ATTRAVERSO LE PATTUGLIE DELLE STAZIONI DIPENDENTI E DEL N.O.RM., UN SERVIZIO
STRAORDINARIO DI CONTROLLO DEL PROPRIO TERRITORIO DI COMPETENZA, FINALIZZATO ALLA
PREVENZIONE E REPRESSIONE DEI REATI IN GENERE E DELLE VIOLAZIONI DELLE NORME TESE AL
CONTENIMENTO/PREVENZIONE DEL FENOMENO EPIDEMIOLOGICO DA “COVID-19”, ALL’ESITO DEL
QUALE SONO STATI CONSEGUITI I SEGUENTI RISULTATI:

NR. 1 (UNO) DEFERIMENTO IN STATO DI LIBERTA’ PER IL REATO DI “GUIDA IN STATO DI EBBREZZA
ALCOLICA”, NEI CONFRONTI DI UN QUARANTAQUATRENNE DELLA PROVINCIA DI MODENA, IL
QUALE, CONTROLLATO DA PERSONALE DIPENDENTE N.O.RM.-ALIQUOTA RADIOMOBILE IN
CESENATICO (FC) MENTRE ALLA GUIDA DELLA PROPRIA AUTOVETTURA PERCORREVA QUESTO
VIALE CARDUCCI, SOTTOPOSTO A CONTROLLO MEDIANTE APPARATO ETILOMETRO IN
DOTAZIONE, RISULTAVA AVERE UN TASSO ALCOLEMICO PARI A 1,69 G./L.. PATENTE DI GUIDA
RITIRATA, AUTOVETTURA SOTTOPOSTA A FERMO AMMINISTRATIVO ED AFFIDATA A PERSONA DI
FIDUCIA.

NR. 1 (UNO) DEFERIMENTO IN STATO DI LIBERTA’ PER IL REATO DI “SOGGIORNO ILLEGALE SUL
TERRITORIO DELLO STATO”, NEI CONFRONTI DI UN CITTADINO PAKISTANO DI TRENTADUE ANNI
RESIDENTE NEL FAENTINO, IL QUALE, CONTROLLATO IN SEGUITO A RICHIESTA DI INTERVENTO
DEL PERSONALE DELLA “START ROMAGNA” IN QUANTO SI RIFIUTAVA DI FORNIRE I PROPRI
DOCUMENTI PER L’ELEVAZIONE DI SANZIONE AMMINISTRATIVA, STANTE IL MANCATO
PAGAMENTO DEL BIGLIETTO, VENIVA ACCOMPAGNATO PRESSO QUESTA SEDE PER LA COMPIUTA
IDENTIFICAZIONE E LA CONSEGNA DI BIGLIETTO DI INVITO A REGOLARIZZARE LA PROPRIA
POSIZIONE PRESSO L’UFFICIO STRANIERI DELLA QUESTURA DI FORLI’.

NR. 1 (UNO) DEFERIMENTO IN STATO DI LIBERTA’ PER IL REATO DI “FURTO AGGRAVATO”, NEI
CONFRONTI DI UNA CINQUANTADUENNE DEL POSTO, LA QUALE, IN QUALITA’ DI DIPENDENTE DI
UN NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO UBICATO ALL’INTERNO DEL CENTRO COMMERCIALE
“ROMAGNA SHOPPING CENTER” DI SAVIGNANO SUL RUBICONE (FC), SI E’ RESA RESPONSABILE
DEL FURTO DI VARI CAPI DI VESTIARIO ED ACCESSORI, PER UN VALORE COMPLESSIVO DI EURO
404,00 (QUATTROCENTOQUATTRO). REFURTIVA INTERAMENTE RECUPERATA E RESTITUITA
ALL’AVENTE DIRITTO.

NR. 1 (UNO) DEFERIMENTO IN STATO DI LIBERTA’ PER LA VIOLAZIONE DELL’ART. 20BIS DELLA
LEGGE NR. 110/1975 “OMESSA CUSTODIA DI ARMI”, NEI CONFRONTI DI UN QUARANTAQUATRENNE
FORLIVESE. MEDESIMO, IN DATA 29 MAGGIO U.S., LASCIAVA INCUSTODITO IL PROPRIO REVOLVER
MARCA “COLT” 38 SPECIAL, COMPLETO DI 6 PROIETTILI, REGOLARMENTE DETENUTO,
ALL’INTERNO DELLA TOILETTE DI UNO STABILIMENTO BALNEARE UBICATO IN QUESTO CENTRO.
L’ARMA VENIVA RINVENUTA DA UN DIPENDENTE DELLO STABILIMENTO BALNEARE E
CONSEGNATA AL MILITARI DEL CITATO COMANDO, INTERVENUTI SUL POSTO, CHE LA
SOTTOPONEVANO A SEQUESTRO, DEFERENDO L’UOMO PER LA VIOLAZIONE DELLA NORMA SOPRA
RICHIAMATA.

NR. 20 (VENTI) CONTESTAZIONI AMMINISTRATIVE PER LA VIOLAZIONE ALLE PRESCRIZIONI
IMPOSTE DALLA NORMATIVA VIGENTE PER IL CONTENIMENTO DELL’EMERGENZA
EPIDEMIOLOGICA DA “COVID-19”.
IN GENERALE, SONO STATE ELEVATE NR. 15 INFRAZIONI AL C.D.S., CON NR. 4 PATENTI DI GUIDA
RITIRATE; NR. 9 PERQUISIZIONI PERSONALI E/O VEICOLARI EFFETTUATE; NR. 202 PERSONE
CONTROLLATE, A BORDO DI 156 VEICOLI.
CONTESTUALMENTE SONO STATI SOTTOPOSTI A SPECIFICO CONTROLLO ANCHE 16 ESERCIZI
COMMERCIALI.

I SERVIZI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO PROSEGUIRANNO QUOTIDIANAMENTE CON L’IMPIEGO
DI ALMENO 16 PATTUGLIE DELL’ARMA, AL FINE DI PREVENIRE, ED EVENTUALMENTE REPRIMERE
TEMPESTIVAMENTE REATI IN GENERE, NONCHE’ PER VERIFICARE LA CORRETTA ATTUAZIONE ED
IL RISPETTO DELLA NORMATIVA VIGENTE PER IL CONTENIMENTO DELL’EMERGENZA SANITARIA
LEGATA ALLA DIFFUSIONE DEL C.D. COVID-19.