Cesenatico. Furti nelle abitazioni, sgominata una banda che agiva tra Emilia Romagna e Veneto. Una donna arrestata a Cesenatico

Faceva parte di una banda specializzata in furti nelle abitazioni, pianificava e studiava le azioni da compiere la donna 36enne arrestata nella notte a Cesenatico dai carabinieri. Il fulcro della banda era in Veneto, dove sono state arrestate altre 3 persone. Tutti cittadini albanesi. I furti venivano eseguiti tra Veneto ed Emilia Romagna con la collaborazione di manovalanza specializzata.

Ad eseguire l’arresto, i carabinieri del comando provinciale di Padova, mentre le misure cautelari sono state emesse dal pubblico ministero Benedetto Roberti. Le prove dell’indagine dei Carabinieri di Cittadella, dopo sei furti compiuti nelle ultime settimane tra Venezia, Vicenza, Forlì e Rimini, hanno consentito di individuare la base logistica e come operavano.

In manette i due basisti K.B., 37enne residente a Carmignano di Brenta, e il 48enne H.C., di Tezze sul Brenta, considerato la cupola del sodalizio criminale. Con loro sono finiti in carcere anche il 33enne V.A., senza fissa dimora, e la 36enne P.M. residente in provincia di Forlì-Cesena. I primi tre sono stati catturati a Cittadella, la donna invece a Cesenatico, mentre la quinta persona indagata è riuscita a sfuggire all’arresto, ma gli inquirenti sono sulle tracce.

Recuperato anche un prezioso bottino composto da gioielli di valore, cellulari, arnesi da scasso e contanti di paesi esteri, il tutto sottoposto a sequestro.