Cesenatico. Ispettore Coliandro 7, 25mila euro per le riprese. Attacco della Lega “costi troppo elevati”

Gli elevati costi di produzione de L’Ispettore Coliandro 7 avrebbero innescato una polemica. Infatti, la responsabile del Carroccio di Cesenatico, Giulia Zecchi, avrebbe mostrato perplessità e dubbi su quanto erogato dal comune alla produzione della famosa fiction Rai.

“25mila euro mi sembrano un po’ troppi per delle riprese di un paio di giorni, soprattutto se si tratta di soldi pubblici che, in via prioritaria, andrebbero spesi per fare altro”, questo è quanto dichiara Zecchi, come riportato da Cesena Today. Dopo il successo dello scorso anno, la fiction Rai torna con nuovi episodi e in questi giorni, si stanno tenendo le riprese de L’Ispettore Coliandro 7 a Cesenatico. La leghista ha comunque spiegato di non dubitare de “le buone intenzioni del sindaco Matteo Gozzoli che avrebbe giustificato questa spesa a fini promozionali, ma 25mila euro non sono pochi e forse, se non altro, se ne sarebbe potuto discutere tenuto conto delle tante priorità a cui questa Amministrazione deve rispondere”.

I dubbi continuano anche riguardo il “metodo della Giunta Gozzoli che, da un lato, non si è fatta scrupoli nel convertire una quarantina di parcheggi gratuiti in altrettanti a pagamento, senza alcun tipo di preavviso e sollevando le giuste e aspre critiche dei cittadini di Ponente, con il solo intento di fare cassa”. Dall’altro lato, invece, “ha svuotato quelle stesse casse comunali di ben 25mila euro per fare di Cesenatico un ignoto set televisivo senza alcun tipo di richiamo al nostro Comune”. Secondo la leghista,il problema non si sarebbe posto se si fossero trattati di sponsor, ma in questo caso, “potendo escluderlo, possiamo ben dire che le riprese di questi giorni ci sono costate care”.

Al momento non ci sono state repliche da parte della produzione de L’ispettore Coliandro 7 e non sappiamo se ce ne saranno in futuro.