Cesenatico. Mercato ittico, calano produzione e fatturato

L’esercizio 2017 del Mercato ittico comunale di Cesenatico si è concluso con dei dati poco rassicuranti: fatturato del 10% in meno e produzione scesa di 3 punti percentuali.

Nel dettaglio, si segnala un dimezzo della pesca di scampi, da 27 a 14 quintali, ed un calo di mazzancolle, merluzzi e canocchie, passate da oltre 3 mila a poco più di 2 mila quintali. Nel corso dell’ultimo anno il Mercato ittico cesenaticense ha invece registrato un fatturato di 5.700.000 euro, ben 546 mila euro in meno rispetto al 2016.

Si tratta di un andamento anomalo, dato che in generale una diminuzione della quantità di pescato si associa ad un innalzamento del prezzo medio, mantenendo in questo modo pareggiato il volume d’affari. Questa regola non si è però verificata per l’esigua presenza di specie ittiche pregiate e di costo elevato, portando di conseguenza anche ad una riduzione del prezzo medio, sceso del 7%. Infine, si evidenzia anche una riduzione della flotta peschereccia per via degli incentivi volti a demolire le moto pesca e le vecchie barche che effettuano la pesca a strascico, una delle principali ragioni dell’impoverimento dei fondali.

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com