Cesenatico. Richiedenti asilo, chiarimenti dell’Amministrazione comunale

In merito alle dichiarazioni di Alberto Papperini (M5S) relativamente all’hotel Splendid di via Cavour interviene il Sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli con alcuni doverosi chiarimenti.

“Trovo innanzitutto singolare e scorretto – afferma Gozzoli – che Papperini cerchi la ribalta mediatica divulgando parzialmente i contenuti di una risposta fornita dal sottoscritto ad un albergatore di Ponente che chiedeva informazioni sulla struttura. Nei giorni scorsi ho informato il Comitato di Zona Ponente – Zadina e alcuni rappresentati di Associazioni di categoria che mi avevano contattato in merito ad alcune novità legate alla struttura.

In primo luogo – prosegue il Sindaco – come già comunicato alcune settimane fa, la struttura ora vede dimezzato il numero degli ospiti passato da 85 a 39 attuali.

Nelle settimane scorse si è chiuso il nuovo bando per le strutture di accoglienza. All’interno di questo bando gestito dall’ASP del Rubicone (Azienda Servizi alla Persona) e dall’Unione dei Comuni abbiamo inserito un limite massimo di 20 persone ospitabili nei nuovi CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria) in modo da favorirne la gestione e l’integrazione; ciò ha fatto sì che nel nostro territorio le strutture ricettive  non fossero più adatte ad ospitare un numero così esiguo di persone.”

Poi prosegue: “A queste condizioni la CAD non ha rinnovato la sua proposta per la struttura dello Splendid che chiaramente rimarrà in funzione fino a che i numeri di ospiti non saranno talmente bassi da consentirne lo spostamento in altre strutture della provincia. Ciò sarà possibile soltanto se durante la stagione estiva non avverranno ulteriori sbarchi o arrivi da altre regioni, quindi al momento non è possibile dire, con certezza, se e quando ciò avverrà.

Dal 2017 la gestione dei richiedenti asilo non è più gestita dalla Prefettura ma dalle Unioni dei Comuni e, nel nostro caso, insieme all’ASP. Sarebbe bene che Papperini si informasse prima di lanciare accuse infondate pur di far notizia.

Abbiamo cercato insieme di governare al meglio una situazione non facile che la mia Amministrazione aveva ereditato dalla precedente. Desidero ricordare infatti – aggiunge il Sindaco – che questa vicenda risale ormai al lontano 2014 anno in cui, durante la precedente Amministrazione, era stata predisposta una prima collocazione presso l’hotel Sintini e, nell’anno successivo, il 2015, presso l’hotel Splendid.

Detto questo quindi rigetto al mittente ogni accusa di mala gestione, poiché, al contrario di quanto dichiara Papperini, come Amministrazione abbiamo sempre monitorato attentamente la situazione sotto ogni punto di vista; desidero ricordare infatti che a seguito di lamentele e segnalazioni di cittadini relative ad accumuli di vecchie biciclette e ferro vecchio nel retro della struttura pervenute lo scorso anno il Comune di Cesenatico, insieme all’ASP del Rubicone e ai Servizi Sociali dell’Unione Rubicone Mare, si era attivato presso la cooperativa CAD al fine di trovare una soluzione alla problematica. Ne era conseguita l’attivazione di un registro delle biciclette in uso ai richiedenti asilo.”

 

 

Comune di Cesenatico