Cesenatico. Settimo incontro sullo stato di salute della Terra, il Prof. Vincenzo Balzani relatore d’eccezione

Mercoledì 28 Febbraio alle ore 16,00, presso Sala Museo della Marineria di Cesenatico, settimo incontro dedicato allo “stato di salute della nostra Terra” e alle strategie da adottare per invertire la rotta suicida. “Astronave Terra: energia, risorse e ambiente”, relatore il Prof. Vincenzo Balzani (Chimico, Professore Emerito Università di Bologna,Coordinatore Energiaperlitalia).

Dopo mesi di siccità, temperature ben più alte della media stagionale, ghiacciai che si sciolgono, foreste che vanno in fumo, chi può dubitare che il cambiamento climatico sia oggi un problema che colpisce duramente il nostro paese e molte parti del mondo?

Ci sono sempre stati nella storia della terra diverse variazioni del clima che hanno prodotto ere glaciali alternate a periodi più caldi, dovuti principalmente a cambiamenti dell’asse terrestre, alle macchie solari e alle eruzioni vulcaniche, con relative emissioni di CO2 e di polveri. Il fenomeno si è verificato anche negli ultimi 1000 anni.

Oggi invece è assodato che i principali fattori ai quali è attribuito il cambiamento climatico sono legati alle attività dell’uomo. In particolare questi sono:

– incremento della concentrazione di gas serra nell’atmosfera

– cambiamenti sulla superficie terrestre come la deforestazione

– incremento di aerosol

– allevamento intensivo

L’aumento delle temperature sta causando importanti perdite di ghiaccio e l’aumento del livello del mare. Sono visibili anche conseguenze sulle strutture e intensità delle precipitazioni, con conseguenti modifiche nella posizione e nelle dimensioni dei deserti subtropicali.

Il pericolo più grande è il cambiamento climatico che potrebbe aumentare le zone desertiche, acidificare gli oceani e provocare cataclismi.

Tutto ciò che degrada l’ambiente minaccia anche gli esseri viventi, uomo compreso. La Terra, almeno sotto certi aspetti, può essere considerata un unico “organismo” che “vive” grazie a un equilibrio delicato fra molti fattori. Modificarne fortemente uno potrebbe compromettere l’equilibrio con conseguenze imprevedibili.

Esiste una soluzione?

“Bisognerebbe apportare sostanziali modifiche alle scelte fin qui attuate: abbandonare l’uso di combustibili fossili, responsabili della produzione di anidride carbonica e di gas serra, incentivare l’utilizzo di energie rinnovabili, impedire la continua deforestazione, salvaguardare il territorio degradato da disastri idrogeologici, mettere in campo una politica colturale che incoraggi la riduzione di consumi e l ‘eliminazione degli sprechi.”

Il relatore, Vincenzo Balzani, tra i cento chimici più citati al mondo, è professore emerito dell’Alma mater e nel 2013 ha ricevuto un premio alla carriera dalla rivista ‘Nature’, consegnatogli dall’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. È membro dell’Accademia dei Lincei e del Gruppo 2003. È stato visiting professor presso varie università straniere. È considerato tra i massimi esperti, al mondo, di fotochimica e chimica supramolecolare

Il Prof. Balzani avrebbe dovuto essere nella lista dei Nobel per la Chimica, in quanto, ha firmato decine di studi sui “motori molecolari” (molecole semplici in grado di muoversi da una direzione all’altra, seguendo la stessa logica binaria dei computer), in collaborazione di due dei tre premiati del 2016.

All’impegno accademico e didattico affianca un’intensa opera di divulgazione. Insieme a Nicola Armaroli ha pubblicato tre edizioni di un libro di divulgazione “Energia per l’astronave terra”, la cui edizione più aggiornata, tratta del declino dell’energia atomica, e dei formidabili progressi delle energie rinnovabili. E’ coordinatore di “Energiaperlitalia”, che impegna scienziati e ricercatori per società e ambiente. Nel settembre 2017 Energiaperlitalia ha lanciato un appello al nostro governo affinché i problemi dovuti al cambiamento climatico vengano urgentemente discussi in una Conferenza Nazionale al fine di mettere in atto appropriati interventi di mitigazione e di adattamento

La partecipazione è libera e gratuita

 

Per info:

www.circolo-arci-borella.webnode.it

http://www.cesenatico.it/scheda_evento.asp?id=1415

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com