Cesenatico. Vaccini, il consiglio comunale boccia la mozione dei grillini

Bocciata dal consiglio comunale di Cesenatico la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle che chiedeva l’impegno del consiglio di fare terminare l’anno scolastico 2017-2018 ai bambini parzialmente o totalmente non vaccinati iscritti a scuola dopo il 10 marzo. E’ questa infatti la data inserita nella legge Lorenzin e il termine nel quale le Ausl dovranno presentare alle direzioni didattiche la situazione vaccinale degli alunni.

Voto contrario del Pd, Pri e del consigliere Mauro Bernieri della lista civica Buda Sindaco e voti favorevoli del Movimento 5 Stelle, Forza Italia e dei consiglieri Roberto Buda e Lina Amormino (lista civica).

Il Ministro spiega il significato del 10 marzo: «I minori i cui genitori dimostrino di avere presentato all’Asl la richiesta di effettuazione delle vaccinazioni con un appuntamento per la loro somministrazione fissato dalla stessa Asl successivamente al 10 marzo 2018, potranno continuare a frequentare i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia sino alla fine dell’anno scolastico in corso. Dopo il 10 marzo sarà precluso l’accesso ai soli minori i cui genitori/tutori/affidatari non siano in regola neppure con tale adempimento».

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com