Cina, grattacieli contro spirito Asia

(ANSA) – ROMA, 8 GIU – Divieto di grattacieli alti più di 500 metri per dar via a una “nuova era” e garantire che gli edifici incarnino “le caratteristiche salienti cinesi”. E’ la decisione del governo di Pechino che ha emanato una circolare destinata ad architetti e urbanisti, secondo quanto riporta la Cnn. Il paese che ospita alcuni tra i grattacieli più alti del mondo, in particolare a Shangai e Shenzen, ha così deciso di tornare alle proprie tradizioni attraverso una rivoluzione urbanistica. “Il documento non riguarda solo l’altezza”, ha detto Li Shiqiao, professore di architettura. “Riguarda la cultura cinese, il contesto urbano, lo spirito della città e l’aspetto della modernità”. Un tema, spiega il professore che insegna all’Università in Virginia, che è stato al centro di numerose discussioni accademiche, ma fino ad ora “non era mai finito in un documento del governo”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte