Coronavirus: asintomatici ma con la polmonite. “Lesioni nella metà dei contagiati di Codogno”

Persone sane, in pieno benessere, ma con la polmonite. L’ultima sorpresa del coronavirus è che può danneggiare i polmoni anche in maniera silenziosa, nei contagiati asintomatici.

Secondo le stime dell’Istituto Superiore di Sanità, i positivi senza disturbi sono circa il 30% del totale. Osservazioni casuali, ma ormai numerose, dimostrano che gli asintomatici possono anche essere ignari di avere il virus, ma i loro polmoni no. Alla tac o alla radiografia mostrano le opacità tipiche della malattia, anche se non estese come nei pazienti in condizioni più gravi.


Ad accorgersene oggi sono i radiologi di Codogno, che pubblicano le loro osservazioni sulla rivista Radiology con i colleghi dell’Istituto Galeazzi di Milano e delle università di Milano, Pavia e Palermo. Dopo la scoperta del paziente uno, Mattia, il 20 febbraio, la cittadina in provincia di Lodi chiude per quarantena.

Quattordici giorni dopo riaprono tutte le attività, incluso lo studio Medical Radiologico Codogno. “Subito riceviamo molte richieste di radiografie al torace da pazienti del luogo asintomatici o con febbri leggere attorno a 37,5. Nessuno di loro aveva sintomi evidenti di Covid-19, ma molti erano preoccupati per la circolazione diffusa del virus”.

repApprofondimento

Fonte originale: Leggi ora la fonte