Coronavirus: dal fisco ai sostegni al reddito e alle famiglie nel decreto aprile

Governo al lavoro su un nuovo pacchetto di misure fiscali, nel decreto aprile, per aiutare i contribuenti in difficoltà: secondo quanto si apprende allo studio ci sono sia interventi sulle compensazioni sia l’ipotesi, ancora al vaglio, di sospendere i pignoramenti su stipendio e pensioni per i debiti col fisco. Si guarda anche all’aumento fino a 1 milione del limite alle compensazioni dei crediti fiscali sia alla sospensione per tutto il 2020 di quelle tra crediti fiscali e cartelle.

 Fermare l’invio di atti di accertamento e cartelle fino a fine settembre, prorogando di tre mesi la sospensione ora prevista fino al 31 maggio. E’ questa, secondo quanto si apprende da fonti di maggioranza, una delle ipotesi su cui si sta lavorando in vista del decreto aprile, o, in alternativa, come modifica da introdurre come emendamento al decreto imprese già all’esame del Parlamento. Nei giorni scorsi in audizione il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini aveva parlato di 8,5 milioni di notifiche pronte a scattare senza proroghe.

“Nei prossimi giorni, agli interventi che come Governo abbiamo già messo in campo si aggiungeranno quelli del decreto Aprile, con il quale non solo rinnoveremo le misure già previste nel “Cura Italia” – dagli ammortizzatori sociali ai congedi parentali e voucher babysitter per i genitori con figli – ma tuteleremo anche altre categorie come colf e badanti e introdurremo il Reddito di emergenza per dare un aiuto concreto a tutti i cittadini più in difficoltà”. Lo scrive su Fb il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, ricordando che “in questa delicata fase” c’è stata una sinergia “assolutamente positiva” con “alcune delle principali realtà italiane”. Catalfo ricorda la convenzione con Abi e parti sociali per l’anticipo della Cig da parte delle banche e il nuovo accordo tra Inps e Poste che anticiperà la Cig ai clienti BancoPosta e PostePay Evolution con richiesta da fare online. Il ministro ricorda infine che anche per questo mese le pensioni si potranno ritirare in contanti per scaglioni a partire da lunedì 27 aprile.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte