Coronavirus, il bilancio 28 aprile: raggiunti i 200mila casi, oltre uno su due ancora positivi. Aumentano i morti (+382), rallentano i nuovi casi

ROMA – Torna a salire il numero di vittime giornaliere dopo che due giorni fa era sceso sotto i 300: oggi sono morte con il coronavirus in Italia altre 382 persone, in risalita anche rispetto alle 333 di ieri. Nota positiva di oggi, il numero relativamente esiguo di nuovi casi rispetto al numero molto alto di tamponi effettuati.

Il numero totale di casi rilevati in Italia (con i 2.324 tamponi positivi di oggi) supera le 200.000. E di questi, oltre 105mila sono ancora considerati positivi, il 54%. Il dato italiano  è in linea con quello francese (58%) ma molto più alto di quelli di Spagna (35%) e Germania (addirittura 22%). Detta in altro modo, confrontando i guariti con il totale, in Italia è guarito solo il 34% dei malati, in Spagna il 54%, in Germania il 73%. In Francia sono fermi al 27%, ma l’epidemia è arrivata dopo che da noi. In Francia la mortalità è anche più alta di quella italiana e ha quasi raggiunto la Spagna come numero di vittime.


Dei 2091 tamponi positivi rilevati oggi, la maggior parte sono in Lombardia, con 869 nuovi positivi (il 41,5% dei nuovi contagi). Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l’incremento di casi è di 352 casi in Piemonte, 252 in Emilia Romagna, di 129 in Veneto, di 52 in Toscana, di 130 in Liguria e di 75 nel Lazio.
(vai ai dati completi delle regioni)
Il bollettino del 28 aprile: tutti i dati· Tutti i grafici e le mappe sulla pandemia (aggiornati ogni giorno)

I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 1863 persone, 93 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 19723 persone, 630 meno di ieri. In isolamento domiciliare 83.619 persone (+115 rispetto a ieri).



Fonte originale: Leggi ora la fonte