Coronavirus, il bollettino del 21 maggio: meno di 10mila ricoverati, altri 156 morti

ROMA – Da oggi in Italia ci sono meno di diecimila persone ricoverate per Covid, in terapia intensiva e non. Succede per la prima volta dopo oltre due mesi, dal 14 marzo, ma soprattutto dopo aver toccato un picco, nel momento peggiore dell’epidemia, in cui la somma dei ricoverati, in terapia intensiva e non, erano oltre 33mila. E oggi sono poco più di 60mila le persone attualmente positive (al culmine dell’epidemia erano 108mila).

Purtroppo si registra ancora un numero a tre cifre di vittime: sono 156 oggi, un dato estremamente stabile da giorni. Ieri 161, l’altro ieri 162. Nessun morto si registra in otto regioni: Puglia, Sicilia, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata. Meno di tre vittime in Marche Campania, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Sardegna.


· Tutti i grafici e le mappe sulla pandemia (aggiornati ogni giorno)


Fonte originale: Leggi ora la fonte