Coronavirus, l’estate anomala di Milano con piscine aperte fino alle 23

Una “Summer school” del Comune per cercare di aiutare i genitori che dovranno tornare al lavoro nella gestione e nella cura dei bambini. Ma anche un piano di Milanosport per tentare, lavorando su presenze ridotte, prenotazioni e file online, orari allungati fino alle 23 e persino spogliatoi unisex, di trasformare le piscine coperte e i loro giardini in micro-oasi in cui riprendere fiato.
repIntervista

Fonte originale: Leggi ora la fonte