Coronavirus: Premier; polizia, meglio in campo neutro

(ANSA) – ROMA, 29 APR – Disputare nelle sedi programmate tutte le partite della Premier League e della seconda divisione, la Football League, rischia di portare una “pressione eccessiva” sui servizi di emergenza necessari per il loro svolgimento. Lo afferma il capo del consiglio della Polizia che si occupa della sicurezza degli stadi, Mark Roberts, invitando a valutare l’ipotesi di fare giocare almeno parte dei match in campo neutro.
    Venerdì prossimo anche questo tema sarà al centro di un incontro tra i vari club in vista di una ripartenza, anche se la Premier League ha annunciando che verranno utilizzate solo “sedi approvate” per le 92 partite che mancano alla fine della stagione.
    “Tanti match, anche senza pubblico, obbligano comunque moltissime persone a spostarsi – sottolinea Roberts secondo quanto riporta la Bbc -. Vediamo come le cose possono essere gestite, potenzialmente negli stadi deputati, dal punto di vista della salute, ma allo stesso modo vanno valutati i benefici di giocare in campo neutro relativamente alla polizia e al servizio sanitario e al personale di controllo”.
    Spencer ha anche sottolineato un altro aspetto, invitando i club a controllare per quanto possibile i rispettivi tifosi per evitare che si riuniscano comunque per le partite, causando problemi di salute pubblica o di ordine pubblico, perché in tal caso si sarebbe obbligati a fermare di nuovo tutto. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte