Coronavirus, Spagna libera i bambini: un’ora d’aria al giorno

Un’ora d’aria al giorno, fra le 9 del mattino e le 21, accompagnati da un adulto e con un pallone o un monopattino. Dopo indiscrezioni, rettifiche e aggiustamenti, il governo spagnolo ha finalmente dato i dettagli sull’allentamento dei divieti di movimento decisi per i bambini e i ragazzi fino a 14 anni.

Un’altalena di informazioni che si rincorrevano da giorni al punto da indurre il vicepremier Pablo Iglesias a scusarsi con i ragazzi in conferenza stampa per la confusione e a ringraziarli per la pazienza: “Meritate un applauso!” Il dossier ‘libera bambini‘ era sul tavolo delle autorità spagnole da qualche tempo, accompagnato da pressioni dell’opinione pubblica, richieste esplicite da parte delle autonomie locali che avevano anche paventato la possibilità di agire senza il coordinamento di Madrid e anche un tweet-appello della sindaca di Barcellona, Ada Colau, con figli di tre e nove anni: “Liberate i nostri bambini!”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte