Covid: Johnson a prima vaccino a Londra, i no vax sbagliano

(ANSA) – LONDRA, 08 DIC – Un Boris Johnson “molto, molto
entusiasta” ha assistito stamattina all’avvio della
somministrazione dei vaccini Pfizer/BioNTech anti Covid –
autorizzata dal Regno Unito prima che in qualsiasi altro Paese –
al Guy’s hospital di Londra nell’ambito di un tour ospedaliero
d’incoraggiamento (e celebrazione dell’avento) .
    Prima a ricevere la vaccinazione nella capitale è stata Lyn
Wheeler, 81 anni, che fa parte della categoria numero uno nelle
liste di priorità (degenti ultraottantenni delle case di riposo
e personale che li assiste). E che il premier Tory ha incontrato
subito dopo l’iniezione. L’anziana donna, accolta da un
applauso, si è mostrata di buon umore e in spirito patriottico;
rivolgendosi al premier Tory, ha detto: “Ho fatto tutto per la
Gran Bretagna”. Johnson da parte sua, l’ha elogiata: “E’
commovente ed è esattamente così, poiché vaccinandosi Lyn sta
proteggendo se stessa e aiuta anche a proteggere l’intero
Paese”.
    Il primo ministro ha quindi ripetuto che la campagna di
vaccinazioni “farà un’enorme differenza”, ma – ha avvertito – “gradualmente”. Aggiungendo che “il virus non è ancora
sconfitto” e che occorrerà tenere alta la guardia delle
precauzioni per diversi mesi, prima di un’immunizzazione
generale. Non è mancato infine un nuovo invito alla gente a
fidarsi della scienza e un nuovo affondo ai no vax: “A tutti
coloro che hanno paura – ha dichiarato – dico che non c’é nulla
di cui essere nervosi. Avete visto Lyn e vedrete un gran numero
di persone vaccinarsi da stamattina. (I no vax) sono totalmente
in errore, il vaccino è sicuro, è la cosa giusta da fare, è per
il vostro bene e per il bene di tutto il Paese”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte