Da Binasco a Lavia, si torna in scena

Primo week end a sipari alzati nei teatri italiani. Finalmente fuori dal lockdown, platee, arene, giardini possono tornare ad accogliere il pubblico. Le nuove regole per l’emergenza sanitaria e anche la fine di stagione, però, non aiutano e i cartelloni continuano a dividersi tra chi ha trovato modo e possibilità per tornare in scena “dal vivo” e chi ancora riesce a concedersi solo on line e in tv. Ecco alcuni degli appuntamenti da non perdere nel fine settimana.

TORINO – In scena sin dal primo giorno possibile, Valerio Binasco è al Carignano con “L’intervista”, testo di Natalia Ginzburg che aveva già affrontato nel 2009 e che ora ripropone, insieme ad Arianna Scommegna e Giordana Faggiano, inaugurando la nuova stagione estiva “Summer Plays – Sere d’estate al Teatro Carignano”, in programma fino a metà settembre. Lo spettacolo, ultima delle nove opere prodotte da Natalia Ginzburg per il teatro, racconta di un’intervista mancata, anzi due, incrociando le vite di Marco, giovane giornalista, Ilaria, donna triste e perplessa, e Stella, una ragazza alla ricerca del proprio futuro. Su tutti e tre aleggia la figura di Gianni Tiraboschi, famoso intellettuale perennemente assente, dalle interviste a cui il giornalista lo vorrebbe sottoporre, dalle responsabilità familiari, dai rapporti affettivi. Fino al 21 giugno.

MILANO – Una grave pestilenza causata dall’ira di Apollo colpisce il popolo di Tebe durante il regno di Edipo. Il “male” potrà essere sconfitto solo quando il colpevole dell’assassinio del Re sarà scoperto e punito. Gabriele Lavia torna al Piccolo da questa sera con la lettura dell'”Edipo Re” al Chiostro Nina Vinchi. Considerata il capolavoro di Sofocle e modello assoluto dei meccanismi della tragedia greca, l’opera, oggi dai significati e rimandi molteplici con la stessa attualità, è il racconto di un’indagine e di un uomo che ricerca un assassino, senza saper che lui stesso è il Male che contagia la città. Dal 17 al 19 luglio.

MILANO – Il Franco Parenti apre domani le porte nello spazio all’aperto della piscina e riprende le fila del rapporto con il pubblico con “Stasera si può entrare fuori 2”. “Una piccola follia”, come è stata ribattezzata della regista Andrée Ruth Shammah, con la complicità di Benedetta Frigerio e Federica Di Rosa. Un nuovo inizio, all’aperto, in sicurezza, con il pubblico seduto in gruppi in luoghi diversi della piscina, alla scoperta di un mondo che lentamente torna alla vita, mentre sta facendo “le prove per il futuro” tra ballerine, musicisti e acrobati. Sono attori che provano una scena, innamorati che si rivedono dopo tanto tempo, personaggi che si sono persi e chiedono di essere ascoltati. Dal 18 giugno all’1 luglio.

BOLOGNA – Quattro compagnie in residenza artistica e due ospiti. E l’inaugurazione nel nome di Pina Bausch (1940 – 2009). Ripartono da qui, con la rassegna risiDanze di primavera, i Teatri di Vita del Parco dei Pini di Borgo Panigale. Oltre all’inaugurazione con l’happening urbano “Nelken.Line”, nei prossimi weekend si potranno vedere Bambula Project e Daniele Ninarello con Cristina Donà (19-20 giugno), accompagnati da C&CCompany; Cie Essevesse e Il Cantiere (26-27 giugno), accompagnati da Paola Bianchi.

MILANO – Ancora solo on line l’appuntamento del week end con I classici dell’Elfo che accoglie in palinsesto il Festival di danza MilanOltre. “In scena” da domani “So Blue” e “Battleground”, con protagonista Louise Lecavalier, icona internazionale, musa della compagnia canadese La la la human steps e interprete che ha saputo rivoluzionare il linguaggio della danza contaminandolo con la cultura rock, il teatro e il cinema. Ma arrivano sul sito dell’Elfo anche due spettacoli dedicati ai più piccoli: “Shakespeare a merenda” di Elena Russo Arman, che racconta, attraverso lo sguardo di una giovane sarta, il ‘dietro le quinte’ del Globe nel giorno del debutto di “Romeo e Giulietta”; e “Il bambino sottovuoto”, versione teatrale del romanzo di Christine Nöstlinger per Cristina Crippa. Dal 18 al 24 giugno.

ROMA – Massimo Dapporto torna in scena sul palcoscenico del sabato sera di Rai5, protagonista di ”Un borghese piccolo piccolo”, prima trasposizione teatrale del romanzo di Vincenzo Cerami, prodotta da Teatro e Società nel 2017, a quarant’anni dall’uscita del libro e poi dal film con Alberto Sordi diretto da Mario Monicelli. Una storia durissima per riflettere sul modo in cui subdolamente il potere deforma i rapporti sociali, oggi firmata e diretta da Fabrizio Coniglio. Musiche originali di Nicola Piovani.

BOLOGNA – Emilia Romagna Teatro Fondazione dedica un omaggio alla Compagnia Arte e Salute, progetto teatrale guidato dal regista Nanni Garella che da vent’anni unisce lavoro e comunità all’interno del Dipartimento Salute Mentale di Bologna, con l’ambizione di dare vita a un gruppo teatrale di attori professionisti. Da domani per un mese, su ERTonAIR si potranno rivedere tre spettacoli come “Fantasmi” di Luigi Pirandello, “Li buffoni” di Margherita Costa e “A piacer vostro” di William Shakespeare.


Fonte originale: Leggi ora la fonte