Da Cesenatico le “ovarole” della pittrice Tonina Cianca al Museo Archeologico di Forlimpopoli nell’ambito della Festa Artusiana

Da domenica 24 giugno (ore 20) tornano protagoniste in occasione della Festa Artusiana di Forlimpopoli le celebri “Ovarole di Romagna” della pittrice cesenaticense Tonina Cianca.

Nelle sale del MAF il pubblico potrà ammirare le totemiche figure femminili, appartenenti ad una antica e mai spenta cultura popolare, scaturite dai ricordi dell’adolescenza trascorsa dalla pittrice nell’albergo di famiglia a Cesenatico: “le stesse – ha ricordato l’artista – che vedevo in cucina fra i vapori, mentre pulivano le galline dopo averle messe nelle pentole d’acqua bollente… le stesse donne che facevano quelle grandi sfoglie che sembrano vulcani, con dentro dozzine e dozzine di uova”.

Tonina Cianca, nata a Cesenatico nel 1930 e qui scomparsa sette anni or sono, ha goduto di notevole notorietà per la sua versatilità creativa, dall’incisione alla pittura, dall’acquarello, all’ornato. Sue opere sono visibili al Museo della Marineria ed in altre luoghi pubblici di Cesenatico.

La mostra di Forlimpopoli, curata da Silvia Bartoli e Orlando Piraccini, resterà aperta fino al 2 settembre.?

 

 

Comune di Cesenatico