Dai Miserabili a Loach i film a casa

La novità del momento è il moltiplicarsi di titoli che scavalcano la sala (ancora per qualche tempo off limits) e arrivano direttamente nelle case degli appassionati grazie a un servizio di piattaforme a pagamento in rapida evoluzione. Nel frattempo e in parallelo, il mercato dell’home video si è ripopolato e offre molte opportunità di recupero per film popolari o da scoprire. Ecco una breve rassegna delle due opzioni.
    – I MISERABILI di Ladj Ly con Damien Bonnard, Alexis Manenti, Djibril Zonga, Issa Perica, Al-Hassan Ly, Steve Tientcheu, Jeanne Balibar, Sofia Lesaffre, Alexandre Picot. E’ stato l’autentica rivelazione dello scorso festival di Cannes, ha trionfato ai Césars (il David di Donatello francese) e adesso è accessibile a costo contenuto in streaming sulla piattaforma MioCinema. Il poliziotto Ruiz sbarca nel quartiere di Montferneil a Parigi dove le tensioni sociali sono già al’estremo i i due navigati colleghi, Chris e Gwada, impongono la loro legge col supporto di un “padrino” locale. La miccia che fa esplodere la rivolta è il furto di un cucciolo di leone, il detonatore diviene invece il comportamento brutale della polizia ripreso dal drone di un ragazzino. C’è abbastanza per creare una miscela esplosiva in cui i nuovi padroni della strada sono i ragazzini, tanto simili ai giovani “soldati” dei bassi napoletani, ma figli diretti di quelle balie in fiamme annunciati anni fa da “L’odio” di Mathieu Kassowitz. Il film è la vera scoperta di un autore a tutto tondo.
    – UN AFFARE DI FAMIGLIA di Kore’eda Hirokazu con Lily Franky, Sakura Andô, Mayu Matsuoka, Kirin Kiki, Jyo Kairi, Miyu Sasaki, Kengo Kora, Chizuru Ikewaki. Sulla stessa piattaforma MioCinema si incontra un altro film di grade qualità come quello firmato due anni fa dal maestro giapponese più volte celebrato tra Cannes e Venezia. Questa è una storia di famiglia allargata anche se quasi tutti i componenti del gruppo sono legati da interessi (il furto) piuttosto che da parentela. Sembra un racconto di Dickens calato nella realtà nipponica, e le tensioni esplodono quando l’operaio Osamu trova per strada una bimbetta che sembra abbandonata a se stessa e la porta a casa. C’è una tenerezza e una empatia verso gli ultimi del mondo che stupisce e commuove. Chi ha amato “Parasite” non può ignorare questa opera maggiore, di cultura solo apparentemente affine.
    – MAGARI di Ginevra Elkan con Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Celine Sallette, Brett Gelman. Tre ragazzi, cresciuti a Parigi nell’ambiente protetto della buona borghesia, si scontrano all’improvviso con una vita diversa quando il loro padre italiano decide di trascorrere una vacanza con loro, lontano dalla severa e conformista mamma, di origini russe. Sarà uno scontro di mentalità e di comportamenti che genera però in ciascuno una trasformazione viva e profonda. Scritto dalla regista con Chiara Barzini e inevitabilmente influenzato dalla formazione della giovane Elkan (qui all’esordio) che proviene dal dorato mondo della famiglia Agnelli, il film ha aperto con successo lo scorso festival di Locarno e da domani si vede su Raiplay, capofila di un gruppo di produzioni italiane che, col supporto di Rai Cinema, approdano direttamente in streaming.
    – SORRY WE MISSED YOU di Ken Loach con Kris Hitchen, Debbie Honeywood, Rhys Stone, Katie Proctor, Ross Brewster. La nuova avventura nel mondo reale del più rigoroso ed emozionante regista inglese di questa generazione, punta l’obiettivo sul drammatico destino dei dipendenti delle multinazionali per le consegne a domicilio. Abby fa assistenza alle persone anziane, suo marito Ricky tira la carretta facendo i più svariati mestieri e garantisce un tetto ai due figli. Lo sfondo è la Newcastle operaia di oggi dove il lavoro tradizionale sta scomparendo. Ricky pensa che una svolta possa venire dal mettersi in proprio, comperando un furgone per le consegne a domicilio su commessa delle grandi aziende che prosperano in questo mercato. Per inseguire il sogno vende la macchina, si indebita ma non sa che sta entrando in un vortice che lo stritolerà. A ciglio asciutto Ken Loach accompagna i suoi personaggi con passione e solidarietà e ci restituisce un dramma moderno di grande intensità. Vendita in home video.
    – CITY OF CRIMES di Brian Kirk con Chadwick Boseman, Sienna Miller, J.K. Simmons, Stephan James, Taylor Kitsch. Una caccia all’uomo che ha per sfondo Manhattan, zona circondata da un ferreo cordone di polizia alla ricerca di due criminali in fuga.
    Sono due derelitti, Ray reduce dai teatri di guerra in Iraq e Michael congedato con disonore. I due hanno messo le mani per sbaglio su un carico di cocaina che potrebbe cambiar loro la vita, ma nellos contro con la polizia hanno lasciato a terra di cadaveri. A cercarli sono il detective Andre Davis e l’agente della narcotici Frankie Burnes. Il primo ne fa un fatto personale e rischierà vita e carriera per andare fino in fondo.
    In home video. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte