Decreto rilancio, dall’ecobonus al 110% al taglio Irap per le imprese: tutte le misure economiche più importanti

MILANO – Il testo è praticamente chiuso. Dopo settimane di lavoro, il cosiddetto decreto rilancio arriverà questo pomeriggio sul tavolo del Consiglio dei ministri per il primo via libera definitivo. Un maxi provvedimento da 55 miliardi, quasi il doppio di una Legge di Bilancio, che si aggiunge ai 25 miliardi già messi in campo a marzo con il decreto Cura-Italia. Ecco le novità principali come risultano nell’ultima bozza disponibile.Ecobonus al 110%. Con lo sconto in fattura gratis i lavori di riqualificazioneE’ una delle misure su cui il governo scommette di più. Per alcuni interventi di riqualificazione energetica la detrazione salirà al 110%. Cioè per una spesa di 100 euro, lo Stato ne restituirà 110 come detrazioni fiscali nel corso di dieci anni (o cinque per alcuni tipi di interventi).  La misura, inizialmente più ampia,  stata corretta in corso d’opera per venire incontro ai rilevi della Ragioneria Generale di Stato secondo cui l’intervento così come concepito inizialmente sarebbe stato troppo costoso. Per questo sono state introdotte alcune limitazioni, tra queste l’obbligo per ottenere lo sconto, che i lavori svolti migliorino la classe energetica dell’edificio di almeno due classi. Restano poi in vigore i tetti alle spese attualmemte in vigore mentre per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali  viene fissato un limite a 30 mila euro.Ristrutturare casa gratis e lo Stato paga l’impresa con sconti fiscali fino al 110%

Fonte originale: Leggi ora la fonte