E’ morto Valter Vallicelli, il partigiano “Tabac”: l’Anpi di Rimini dice addio al suo presidente

RIMINI – “Resistenza ieri, oggi, domani. Sempre, sempre, sempre Resistenza!”, gridava con un filo di voce soltanto venti giorni fa Valter Vallicelli, presidente dell’Anpi di Rimini, nel suo ultimo 25 aprile, una festa della Liberazione senza le piazze gremite di tricolori e partigiani di ieri e di oggi. Ma il suo pugno, quelle parole scandite restano il suo testamento, l’ultimo messaggio per chi l’ha conosciuto e per chi oggi si ritrova orfano di una figura carismatica e illuminata. Rimini piange oggi la morte di Vallicelli, nato nel 1927 a Ravenna, combattente a 17 anni nelle Resistenza col nome di battaglia di “Tabac”, che in dialetto ravennate significa “ragazzo”. Lo salutano gli amici dell’associazione locale e nazionale dell’Anpi, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e i volti delle istituzioni.

“Il suo esempio resterà la nostra guida per il futuro del movimento anti-fascista riminese”, scrive l’Anpi locale. La difesa dei diritti il filo conduttore delle sue battaglie fino a oggi, “‘Resistenza sempre, oggi e domani. Sempre!”, era stato il messaggio con cui aveva concluso nel novembre scorso in Cineteca comunale la presentazione del suo libro dal titolo ‘Ultimo chilometro di una vita in salita’”, ricorda l’amministrazione comunale di Rimini. Il sindaco della città rivierasca, Andrea Gnassi, lo racconta così a chi non l’ha potuto conoscere: “In Valter sogno e desiderio guardavano entrambi alla stessa luna: la libertà. Una libertà che non ha mai data per scontata neanche per un singolo giorno della sua vita, da quando nel 1944, ragazzo di 17 anni, decise di combattere il nazifascismo. Ma non appaia un paradosso se dico che Valter Vallicelli si è mostrato in tutta la sua grandezza dal momento in cui, un anno dopo, il mondo depose le armi. Quel giovane scelse di cominciare da quel momento in poi la sua battaglia attraverso la memoria e la testimonianza”.


“Bella ciao” struggente a Rimini, col violino di Federico Mecozziin riproduzione….


Fonte originale: Leggi ora la fonte