Emilia Romagna. Copertura vaccinale in crescita, fanalino di coda la Provincia di Rimini

Dopo la legge regionale del novembre 2016 e quella nazionale dello scorso anno, cresce la copertura vaccinale in Emilia Romagna. Al 31 dicembre 2017, tra i bambini nati nel 2016, per la vaccinazione contro difterite, tetano, poliomielite ed epatite B si tocca una copertura del 97,1%.

La provincia di Rimini si conferma però quella con le percentuali più basse: col 93,2% resta infatti l’unica al di sotto della soglia di sicurezza del 95% indicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. In regione superano il 97% anche le coperture vaccinali per l’emofilo di tipo B e la pertosse (97,3%), rese obbligatorie dalla legge nazionale. Nel riminese invece il dato si attesta di poco sopra il 93%. Al 92,3% invece la copertura relativa allo pneumococco (non obbligatorio ma raccomandato) a fronte di una percentuale regionale del 96,3. Prendendo in considerazione il ciclo completo (3 dosi al 24esimo mese di vita) le coperture regionali restano poco sotto il 95%. In crescita la vaccinazione (che può essere effettuata solo nel secondo anno di vita) contro morbillo-parotite-rosolia, resa obbligatoria dalla legge nazionale, arrivata a quota 91,1% (nel 2016 era all’87,7%) e quella contro il meningococco di tipo C (passato dall’87,7% al 91,6%).

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com