Emilia Romagna. Fascicolo sanitario elettronico, la “carta d’identità della salute” per tutti

Una “carta d’identità della salute” che racchiude tutta la storia clinica e sanitaria di una persona. E’ questo nella pratica il Fascicolo sanitario elettronico, che la Regione Emilia-Romagna vuole promuovere attraverso una campagna di comunicazione intitolata: “Fascicolo sanitario elettronico. Serve a tutti. Serve anche a te. Serve anche a me”.

Si tratta di un’innovazione tecnologica a disposizione di tutti i cittadini, dai più giovani ai più anziani, da quelli sani, a chi è affetto da patologie croniche, che permette di semplificare le procedure di accesso alla sanità, di risparmiare tempo e di raccogliere in un unico posto, cioè sul web, tantissimi dati. Il Fascicolo è facoltativo e gratuito. Può essere attivato in qualsiasi momento da tutte le persone maggiorenni e iscritte al Servizio sanitario regionale. Per attivarlo è necessario rivolgersi ad uno degli sportelli dedicati dell’Azienda Usl. In Emilia-Romagna sono stati attivati finora 377.389 Fascicoli sanitari elettronici, con una tendenza di crescita soprattutto negli ultimi anni. Lo hanno attivato più donne che uomini: 201.422 contro 175.967.

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com