Emilia Romagna. Migliori destinazioni europee 2018: Lonely Planet premia l’Emilia Romagna

Best in Europe‘, l’annuale report di Lonely Planet,  ha incoronato l’Emilia Romagna come prima tra le “destinazioni europee assolutamente da non perdere”, davanti a Cantabria(Spagna) e Friesland (Olanda). Seguono il podio del Best in Europe 2018, KosovoProvenza (Francia), Dundee (Scozia), Piccole Cicladi (Grecia), Vilnius (Lituania), Vipava Valley (Slovenia) e Tirana (Albania).

I motivi che si celano dietro la scelta degli esperti viaggiatori di Lonely Planet di incoronare l’Emilia Romagna non potevano che riguardare la Food Valley emiliano-romagnola, con i suoi sapori unici, ma anche i nuovi contenitori culturali della Regione, dal Meis di Ferrara, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, al Cinema Fulgor di Rimini, rinato sotto l’originale tocco dello scenografo Premio Oscar, Dante Ferretti. Riporta la motivazione ufficiale del Best in Europe: “L’Emilia Romagna è la regione d’Italia in cui si mangia meglio? Difficile a dirsi, ma sicuramente il quartetto di prodotti tipici che è nato qui gioca a favore di quest’affermazione: il ragù, quello originale, viene da Bologna; sul Prosciutto di Parma nulla da aggiungere; l’Aceto Balsamico Tradizionale è orgoglio e gioia di Modena (così come l’Osteria Francescana, il ristorante a tre stelle Michelin, il secondo migliore al mondo nel 2017); e, infine, il Parmigiano Reggiano”.

E quest’anno l’Emilia Romagna è anche la regione che ospiterà Lonely Planet UlisseFest (http://www.ulissefest.it), il festival del viaggio di Lonely Planet che trasformerà Rimini in una terrazza sul mondo nel weekend del 8-9-10 giugno. “La concentrazione di eccellenze della nostra Regione – sottolinea Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna – dalla Motor Valley unica all’enogastronomia da primato, passando per i gioielli Unesco delle Città d’Arte, il patrimonio naturalistico e i tanti appuntamenti di caratura mondiale, dai festival musicali agli eventi sportivi, fanno dell’Emilia Romagna una destinazione di richiamo internazionale oggi più che mai”.

 

 

adnkronos