Emilia Romagna. Pieno di onorificenze: 5 persone ricevono il titolo di Cavaliere

Pioggia di onorificenze da parte del Capo dello Stato Sergio Mattarella sulla Romagna. Insignite del titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica ben 5 persone. La vice questore Francesca Romana Capaldo della Direzione centrale anti crimine e la funzionaria della Squadra Mobile di Rimini Roberta Rizzo, hanno avuto un ruolo di rilievo nella cattura dei quattro giovani accusati degli stupri del 26 agosto. Alla vittima di aggressione con acido Gessica Notaro, poi, è stato riconosciuto il coraggio e la determinazione nel sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del contrasto alla violenza di genere. I titolari dell’azienda di Cesenatico Siropack, Barbara Burioli e Rocco De Lucia, sono stati invece premiati per la prova di generosità nel sostenere un loro dipendente gravemente malato e privo della copertura previdenziale.

La nomina a Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ricevuta dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella “è una grande soddisfazione per tutto il lavoro di squadra svolto a Rimini e che ha permesso di portare giustizia e ristoro a due donne che hanno subito non solo una violenza fisica ma una fortissima violenza psicologica”. Così, Francesca Romana Capaldo, napoletana 41enne e Vice Questore aggiunto del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, ha commentato con l’ANSA, il ricevimento dell’onorificenza.
“Due donne – ha proseguito riferendosi agli stupri avvenuti a Miramare alla fine dello scorso agosto ai danni di una turista polacca e di una transessuale peruviana – che, nonostante il terrore, di rivivere quanto accaduto, hanno raccontato e ripercorso” quelle ore “dando a noi la forza, grazie alla loro energia, di andare avanti” con le indagini e arrivare all’arresto degli autori delle violenze.
A Rimini, ha argomentato ancora Capaldo “c’è stata la vittoria della squadra che è la Polizia di Stato fatta di uomini e donne che, quotidianamente, con la loro vita, si impegnano per contrastare la violenza di genere. Non solo attraverso la repressione ma anche attraverso la prevenzione – ha proseguito – creando una coscienza, grazie a progetti nelle piazze e nelle strade, come il ‘Progetto Camper’ contro le violenze di genere, per fare informazione, per dire alle donne che ci sono strumenti, per dire che noi ci siamo”.
La nomina a Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana di Francesca Romana Capaldo è legata si legge nelle motivazioni, alla “sua esemplare attività di contrasto e prevenzione alla violenza di genere sia nell’ambito dell’esperienza svolta nel controllo del territorio sia in quella presso gli uffici investigativi”.

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com