Emilia Romagna. Vaccini, bambini e ragazzi non saranno esclusi da scuola dopo la scadenza del 10 marzo

La Regione Emilia Romagna  precisa che, per quel che riguarda la nuova normativa sanitaria in materia di vaccini,  nessun bambino o studente verrà lasciato fuori da scuola dopo la scadenza del 10 marzo fissata dalla legge nazionale. In regione, tutti i minori fino a 16 anni che risultavano non in regola anche con un solo richiamo dei 10 vaccini obbligatori, sono già in carico alla Ausl e hanno ricevuto una notifica con l’appuntamento fissato.

La scadenza del 10 marzo riguardo solo le famiglie che a inizio anno scolastico avevano presentato una autocertificazione dove veniva dichiarata la regolarità nelle vaccinazioni del figlio o di aver fissato un appuntamento per ricevere le iniezioni mancanti. I genitori di questi minori dovranno dunque mostrare a scuola il certificato vaccinale o l’attestazione dell’appuntamento fissato rilasciato dalla Ausl.

A fine 2017 in tutte le province dell’Emilia-Romagna la copertura vaccinale si presentava in rialzo.