Ex Ilva, il governo all’attacco di Arcelor Mittal. Patuanelli: “Scudo era una scusa”, piano inaccettabile”

MILANO – Il governo boccia senza riserve il piano presentato la scorsa settimana da Arcelor Mittal per l’ex Ilva. “Con il trascorrere tempo abbiamo capito che l’abolizione dello scudo penale era una scusa per restituire impianti. La proposta del piano presentata da Arcelor Mittal è inaccettabile per due ragioni: mette in discussione i livelli occupazionali e il piano di investimenti allungandone a dismisura il tempo”, ha detto il ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, secondo quanto riferiscono i sindacati nel corso dell’incontro, apre la riunione sul nuovo piano industriale presentato dall’azienda. “Di sicuro il Covid ha inciso sull’economia globale ma l’accordo del 4 marzo era un punto di partenza, esiste un contratto e anche un accordo sindacale”. L’obiettivo è il “mantenimento della piena occupazione”, ha detto riferendosi non solo ai 10.700 del gruppo ma anche a chi è in amministrazione straordinaria.RepIl grande bluff delle privatizzazioni: lo Stato non è mai uscito davvero

Fonte originale: Leggi ora la fonte