Gambettola. 26enne marocchino alza troppo il gomito, distrugge bar e aggredisce personale e forze dell’ordine

NELLA TARDA SERATA DI MERCOLEDI’ 07 LUGLIO U.S., IN GAMBETTOLA, MILITARI DELLA DIPENDENTE STAZIONE CARABINIERI DI SAVIGNANO SUL RUBICONE HANNO TRATTO IN ARRESTO UN VEINTISEIENNE CITTADINO MAROCCHINO, RESIDENTE NEL CESENATE, POICHE’ RITENUTO RESPONSABILE DEI REATI DI CUI AGLI ARTT. 336 C.P. (VIOLENZA E MINACCIA A UN PUBBLICO UFFICIALE), 337 C.P. (RESISTENZA A UN PUBBLICO UFFICIALE), 635 C.P. (DANNEGGIAMENTO) E 651 C.P. (RIFIUTO DI INDICAZIONE SULLA PROPRIA IDENTITA’ PERSONALE). OCCORSO, IL PREDETTO, ALL’INTERNO DI UN BAR DEL CENTRO DI GAMBETTOLA, IN EVIDENTE STATO DI ALTERAZIONE PER L’ABUSO DI SOSTANZE ALCOLICHE, AVVIAVA UNA LITE CON ALTRI AVVENTORI NEL CORSO DELLA QUALE INFRANGEVA ALCUNE BOTTIGLIE E DANNEGGIAVA GLI ARREDI DELLA PREDETTA ATTIVITÀ, MINACCIANDO E CERCANDO DI AGGREDIRE IL PERSONALE LI’ IMPIEGATO. I MILITARI OPERANTI, TEMPESTIVAMENTE INTERVENUTI SUL POSTO A SEGUITO DI RICHIESTA PERVENUTA PRESSO LA DIPENDENTE CENTRALE OPERATIVA, PROCEDEVANO AL CONTROLLO DELL’UOMO, IL QUALE, DAPPRIMA, RIFIUTAVA DI FORNIRE INDICAZIONI SULLA PROPRIA IDENTITÀ PERSONALE, PER POI OPPORRE VIVA RESISTENZA NEI LORO CONFRONTI AL FINE DI SOTTRARSI AL CONTROLLO DI POLIZIA IN ATTO, SPINTONANDOLI E TENTANDO RIPETUTAMENTE CON FORZA DI DIVINCOLARSI NONCHÉ PROFERENDO MINACCE E INGIURIE NEI CONFRONTI DEGLI STESSI CHE SI VEDEVANO COSTRETTI AD UTILIZZARE LO SPRAY “OLEORESINA CAPISCUM” IN DOTAZIONE, RIUSCENDO COSI’ A NEUTRALIZZARE E BLOCCARE L’UOMO. SIA I MILITARI CHE L’ARRESTATO NON RIPORTAVANO LESIONI. ALLA LUCE DI QUANTO ACCERTATO, SI PROCEDEVA A TRARRE IN ARRESTO IL SOGGETTO, IN FLAGRANZA DI REATO, PER I REATI SOPRADETTI. DELL’AVVENUTO ARRESTO VENIVA DATA TEMPESTIVA COMUNICAZIONE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI FORLI’, NELLA PERSONA DEL SOSTITUTO PROCURATORE DI TURNO – DOTT.SSA LAURA BRUNELLI -, IL QUALE, RESO EDOTTO DI QUANTO ACCADUTO, DISPONEVA CHE IL VEINTISEINNE ARRESTATO VENISSE TRATTENUTO PRESSO LE CAMERE DI SICUREZZA DI QUESTO COMANDO IN ATTESA DELLA CELEBRAZIONE DEL RITO DIRETTISSIMO TENUTOSI NELLA MATTINATA DEL 08.07.2021, ALL’ESITO DEL QUALE IL GIUDICE DEL TRIBUNALE DI FORLI’ – DOTT.SSA ELISABETTA GIORGI – CONVALIDATO L’ARRESTO OPERATO DA QUESTA POLIZIA GIUDIZIARIA, APPLICAVA AL VEINTISEIENNE LA MISURA CAUTELARE DELL’OBBLIGO DI PRESENTAZIONE ALLA P.G., IN ATTESA DELLA PROSSIMA UDEINZA.

 

 

IL COMANDANTE INT.

(Ten. Matteo Alessandrelli)