Gambettola. Aveva aggredito violentemente e rapinato un uomo, giovane 23enne arrestato per spaccio

Volge al termine l’articolata e meticolosa attività investigativa dei Carabinieri di Gambettola che venerdì 25 maggio hanno arrestato in flagranza di reato C.F., 23 anni di origine napoletana, operaio, residente a Gambettola, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e già ritenuto responsabile di rapina ai danni di un 47enne. Quest’ultimo infatti, nel mese di aprile, era stato trovato a terra dagli agenti, in piazza Pertini, in condizioni preoccupanti, con volto tumefatto e setto nasale fratturato. L’uomo, vittima dell’aggressione, aveva riferito di essere probabilmente stato rapinato di portafogli e cellulare ma gli agenti, non convinti dalla versione dell’uomo, hanno indirizzato fin da subito le indagini verso il mondo dello spaccio e del consumo di stupefacenti.

Le indagini sono state supportate dai sistemi di sorveglianza presenti sul posto che hanno permesso di individuare alcuni soggetti presenti durante i fatti e orientare le indagini fin da subito nei confronti di C.F.

Ulteriori accertamenti avvenuti in seguito, hanno poi confermato le perplessità delle forze dell’ordine e dopo aver ottenuto dall’Autorità Giudiziaria di Forlì Francesca Rago l’emissione di un decreto di perquisizione, il 25 maggio gli agenti hanno dato esecuzione al decreto e rinvenuto a domicilio di C.F.  il telefono cellulare oggetto della rapina del 29 aprile,  6 panetti di hashish da 99 grammi ciascuno, alcune strisce e pezzi vari di hashish, un cutter, un coltello e un  bilancino di precisione usati per dividere in pezzi i panetti e pesarli e buste di celophane già pronte per il confenzionamento.

Nell’abitazione sono stati ritrovati inoltre circa 3205 euro in banconote a fianco dei panetti e 900 euro in moneta. In totale  745 grammi di Hashish e 4.106 euro quali proventi dello spaccio. La droga era probabilmente destinata al consumo locale.