Gatteo. Gatteo lectures, debuttano gli inediti “monologhi sui libri” di Roberto Mercadini

Anche Gatteo ha il suo “Circolo Pickwick”: questo inizio 20178 vede infatti il debutto, alla vulcanica biblioteca Ceccarelli, di un nuovo format serale legato a lettura e narrazione confezionato su misura per la biblioteca gatteese dal camaleontico Roberto Mercadini, impegnato per quattro giovedì sera, a partire dall’11 gennaio, nelle nuovissime “Gatteo lectures”. Ispirandosi alle “Mantova lectures” di Baricco, ma reinventandole in chiave assolutamente personale, l’attore e narratore romagnolo parte da testi e autori per avventurarsi in monologhi in grado di spaziare tra pensieri e discipline: scegliendo i libri da cui partire, di fatto Mercadini dà il là a un viaggio nel pensiero da condividere con chi lo ascolta.
“Da tempo, oltre alle iniziative per ragazzi, volevamo proporre alla Ceccarelli anche un format in grado di promuovere la lettura tra gli adulti – spiega l’assessore alla Cultura Stefania Bolognesi – ma serviva una figura eclettica che sapesse coinvolgere un pubblico più maturo. L’idea si è potuta concretizzare grazie all’incontro con Roberto: chi meglio di lui può condurre i suoi ascoltatori attraverso un tipo di narrazione così istrionica? Mercadini ha subito accolto il nostro invito realizzando per la Ceccarelli quattro percorsi ad hoc, inediti e originali, che pur essendo flussi di riflessione individuale, sanno coinvolgere l’ascoltatore rendendolo partecipe di ogni snodo di pensiero”.
Prima data da segnare in agenda è quindi giovedì 11 gennaio (ore 21), quando il monologo partirà dalle suggestioni offerte dalla “brevità” di aforismi, epigrammi, haiku (il componimento poetico giapponese di norma composto da tre soli versi), racconti brevi. A fare da “ispiratori” ci saranno alcuni autori che della sintesi hanno fatto la propria forza: Marco Aurelio, Flaiano, l’aforista polacco Lec, Montaigne, l’esistenzialista Emil Cioran, Marziale, Galli, i nostrani Baldini e Pedretti, Emily Dickinson.
Al contrario, l’appuntamento successivo, giovedì 8 febbraio (ore 21), metterà al centro la vastità raccontando “I libri che hanno tentato di contenere un mondo”: i pilastri letterari Iliade, Odissea, Divina Commedia, ma anche i più recenti Moby Dick e i “Cantos” di Ezra Pound.
Giovedì 8 marzo le riflessioni letterarie non potevano non vertere sulla figura femminile, di cui Mercadini evidenzia “Il talento per l’empatia” nella lecture “Sulla metamorfosi”. E in questo caso, il parterre di autrici scelte spazia davvero nel tempo e nello spazio: Saffo, Gaspara Stampa, ancora Emily Dickinson, la poetessa polacca scomparsa nel 2012 Wislawa Szymborska, Carol
Ann Duffy, Sharon Olds, Mariangela Gualtieri, Virginia Woolf, Marguerite Yourcenar, fino a Nisaba, divinità sumerica della scrittura.
Infine, giovedì 12 aprile, lo sguardo si rivolge all’interno, ”Su sé stessi”, per esplorare “La scrittura come autoritratto” partendo dalle introspezioni di Orazio, Montaigne, Ugo Cornia, Walt Whitman, Charles Bukowski, Erri De Luca e la poesia confessionale statunitense.
Infine, non fa parte delle quattro “Gatteo lectures” ma vede comunque Mercadini protagonista l’appuntamento di sabato 27 gennaio (ore 21) con il monologo “Fuoco nero su fuoco bianco. Un viaggio nella Bibbia ebraica”, che Gatteo ha scelto come momento di riflessione per la Giornata della memoria 2018, proponendolo anche ai ragazzi di terza media con una proiezione mattutina in orario scolastico. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero, info 0541 932377
Carmela Vigliaroli
cvigliaroli@giornaledelrubicone.com