Gb, un tatuaggio al giorno dall’inizio del lockdown: “Non ho più spazio”

LONDRA – “Sembro un pezzo di blue cheese (gorgonzola, ndr), non mi è rimasto più spazio”. Chris Woodehead è diventato un fenomeno social. Dal suo appartamento a Londra, a Walthamstow, racconta alla Bbc come gli è venuto in mente il progetto che lo ha reso famoso nel momento in cui il mondo intero si è chiuso dentro casa. Dalla punta delle dita dei piedi fin sopra al collo, Chris è tutto tatuato. Si è fatto un disegno al giorno dall’inizio del lockdown. Dadi, scorpioni, streghe, omaggi al sistema sanitario nazionale, scritte anti-Boris e un “quando finirà?” sulla pianta del piede. Raccapezzarsi fra i suoi tatuaggi non è facile. Ne ha più di mille.

Visualizza questo post su Instagram



Fonte originale: Leggi ora la fonte