Giornata mondiale contro l’omofobia, Mattarella: “Discriminazioni ledono la dignità”. Conte: “Partiti accelerino su legge”

“La ricorrenza del 17 maggio è stata scelta, in ambito internazionale, per promuovere il contrasto alle discriminazioni, la lotta ai pregiudizi e la promozione della conoscenza riguardo a tutti quei fenomeni che, per mezzo dell’omofobia, della transfobia e della bifobia, perpetrano continue violazioni della dignità umana”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricorda oggi in una nota la Giornata mondiale contro l’omofobia. E condanna le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale, che “costituiscono una violazione del principio di eguaglianza e ledono i diritti umani necessari a un pieno sviluppo della personalità umana”.

Sulla scia delle parole del Capo dello Stato, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte richiama i partiti a convergere prima possibile su una legge contro l’omofobia: “La Giornata internazionale contro l’omofobia non è una semplice ricorrenza, un’occasione celebrativa – scrive il premier su Facebook – deve essere anche un momento di riflessione per tutti e, in particolare, per chi riveste ruoli istituzionali ad attivarsi per favorire l’inclusione e il rispetto delle persone”. E aggiunge: “Per questo il mio invito a tutte le forze politiche perché possano convergere su una legge contro l’omofobia che punti anche a una robusta azione di formazione culturale: la violenza è un problema culturale e una responsabilità sociale”.




Fonte originale: Leggi ora la fonte